Google+

A Marettimo l’arte fa strada: Ex Voto e Poesie in mostra per le vie

Pubblicato il: 5 giugno 2020 alle 3:00 pm

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 1

A Marettimo tutto va scovato con il piglio dell’esploratore: lo scorcio più bello, il panorama più mozzafiato, la caletta con la spiaggia più suggestiva, il sentiero con il percorso più emozionante.

E’ lo stesso per i beni culturali.

Li devi cercare nelle stradine, scoprirli negli angoli nascosti, oppure armarti di buona volontà e raggiungerli a considerevoli distanze con fatica fisica. Ciò rende problematica e affascinante al tempo stesso la ricerca di soddisfazioni intellettuali in un’isola che di per sé già ti rapisce il cuore e irretisce lo sguardo.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 2

I percorsi più impervi riguardano proprio i siti istituzionali.

Se volete andare a vedere le Case Romane partendo dal centro abitato, vi dicono che ci vogliano circa due ore di cammino: alternativa, arrivarci a dorso di mulo, con accompagnatore.

Un’ora e quarantacinque minuti invece per il Castello di Punta Troia, dove però può accompagnarvi una sorta di taxi marittimo. Quest’ultimo custodisce un’esposizione, curata da guide autorizzate del Comune.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 3

Il piccolo grande cuore urbano di Marettimo risponde al desiderio di arte dei visitatori.

Nel ventre del borgo, mentre passi davanti alla chiesa Maria SS. delle Grazie, l’occhio ti cade sul fianco dell’edificio religioso ed ecco che nella minuscola via Chiesa ti appare una piccola oasi di bellezza: una mostra permanente sugli Ex Voto in mare allestita sulla strada, a disposizione dello sguardo di ogni passante, a qualunque ora.

 

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 4

Tante le ragioni per cui emoziona. Intanto lo spazio che ospita l’esposizione: solitamente queste collezioni si trovano all’interno di luoghi di culto, come per esempio il santuario di Tindari (Messina) o quello di Oropa (Biella), mentre qui ci troviamo a cielo aperto.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 5

Altro elemento emozionante, la genesi della mostra. E’ frutto dell’impegno di Franco e Carmen De Salvo, frequentatori storici dell’isola, dove da decenni trascorrono le vacanze e hanno perfino comprato casa.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 6

Alla loro generosità si è aggiunta quella di altri privati che per un positivo effetto di emulazione hanno iniziato a portare in dono ex voto da varie parti del mondo. Ne sono giunti da turisti francesi, ma anche dal sindaco di Tallin (capitale dell’Estonia) quando è venuto in visita con un ambasciatore.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 7

Il vicesindaco di Favignana Vincenzo Bevilacqua, sotto la cui amministrazione rientra l’isola di Marettimo, è felice di questa gara di solidarietà, informandoci però che ha raggiunto un volume così considerevole il numero di pezzi donati da non entrare più nello spazio deputato ad accoglierli: è quindi partita l’individuazione di un altro angolo del borgo in cui fare proseguire la collezione.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 8

Sul piano estetico si tratta di opere che non nascondono la propria naïveté: colori vividi, tratti elementari per essere comprensibili a tutti, soggetti che ondeggiano tra il mistico e il melodrammatico…

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 9

… con qualche pezzo che si spinge fino a lambire il vigore visivo della pittura romantica, quasi prendendo a prestito l’ispirazione dai capolavori di Turner che rappresentavano la furia della tempesta.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 10

Il mare appare ora carico di incombente minaccia ora dispensatore di misericordia…

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 11

… ma anche quando viene colto nel suo attimo più cupo, interviene un testo a ricordarci che gli ex voto sono istantanee di un lieto fine, raccontandoci una grazia inattesa che gli autori riconducono al divino.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 12

Lo stesso stile espositivo a Marettimo lo si ritrova ancora una volta per strada nei pressi di quella che ci è stato detto essere la casa proprio della famiglia De Salvo. Anche in questo caso, una scoperta casuale che fai mentre ti fai risucchiare dall’ordito delle viuzze del borgo.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 13

Ti appare una casa con porte e finestre spalancate, una griglia davanti all’uscio che testimonia senso dell’accoglienza, quindi un mosaico irregolare di frasi, massime, poesie.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 14

Ci sono i fulminanti versi di Ungaretti che inneggiano all’Allegria di naufragi

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 15

… la canzone popolare romana di Giovanna Marini accanto a quella sofisticata di Charles Trenet…

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 16

… e le liriche dialettali genovesi di Capellu e Margytti.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 17

Non  potrebbe esserci posto più vocato di Marettimo per accogliere nelle sue vene il sangue vitale della Poesia.

spec Marettimo e Levanzo-4-Arte ex voto e poesie 18

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑