Google+

Arcifa, arance rosse biologiche siciliane buone anche per la coscienza

Pubblicato il: 18 novembre 2016 alle 9:50 am

arcifa arance rosse biologiche siciliane 1

Un’azienda familiare coltiva e commercializza in proprio i prodotti della terra etnea, rifiutando i veleni della Terra e i ricatti del mercato

Vent’anni di regime biologico intransigente per produrre gli agrumi che hanno reso celebre l’area a sud del vulcano Etna. Anni non facili per Mario Arcifa, tra penuria d’acqua, scetticismo dei colleghi e azione aggressiva di commercianti famelici che stanno acquisendo tutti i piccoli produttori della zona che hanno prima ridotto alla fame con una politica iniqua dei prezzi.

arcifa arance rosse biologiche siciliane 2

La zona è quella del territorio di Paternò, in provincia di Catania, fino agli anni ’60 il centro agrumicolo più importante del mondo, prima di un lento declino culminato nel collasso degli ultimi anni, dovuto alla sfrenata concorrenza sleale dei competitor esteri, con prodotti di qualità più bassa, ma politica dei prezzi sostenuta dai governi centrali, mentre le istituzioni locali sono rimaste colpevolmente assenti, senza idee né strategie per tutelare efficacemente il proprio patrimonio agricolo. A ciò si aggiunga però l’ottusità di quei produttori locali che non hanno saputo evolversi e men che mai consorziarsi per fronteggiare la crisi.

arcifa arance rosse biologiche siciliane 3

Una crisi oggi asfissiante, a dispetto della qualità dei prodotti: non c’è persona al mondo dotata di un palato che non ammetta che qui si producono le arance più buone della Terra. Tra cui quelle rosse, specialità che può nascere con certe caratteristiche unicamente nella zona tra Paternò, Lentini e Palagonia, interamente compresa nella provincia di Catania.

arcifa arance rosse biologiche siciliane 4

Mario Arcifa è stato tra i pochi a capire il disastro imminente e tra i primi a credere nella produzione biologica di questi agrumi miracolosi.

Così ha convertito a pratiche totalmente naturali la sua parte di azienda ereditata dalla famiglia, impostando il lavoro nei campi anche nel segno del rispetto di principi etici e della biodiversità tout court.

arcifa arance rosse biologiche siciliane 5

Passeggiando tra i filari di alberi, ti mostra con orgoglio le coccinelle che svolazzano serene su una terra pulita. Ogni tanto qualche malattia fa i suoi danni, ma Arcifa non ricorre mai a soluzioni chimiche: ci sono rimedi naturali che permettono di fare impresa agricola senza alcun bisogno di avvelenare le piante e quindi gli uomini che ne mangiano i frutti.

arcifa arance rosse biologiche siciliane 6

Ma l’operato morale di Arcifa non si ferma qui. Per sottrarsi al giogo mortale dei commercianti senza scrupoli, ha deciso di fare da sé, costruendosi una rete di vendita piccola ma funzionale, su cui nessuno possa speculare, garantendo in questo modo prezzi onesti ai consumatori.

arcifa arance rosse biologiche siciliane 7

Ha così aperto a Verona un punto vendita, in via Longhena 23, dalle parti dello stadio. A questo aggiunge un’intensa frequentazione dei mercatini biologici che si svolgono nel Lombardo Triveneto (Desenzano del Garda, Cremona, Iseo, Soncino, Rovereto e Padova) e di fiere come Fa la cosa giusta (Milano e Trento), Biolife (Bolzano) e Officinale (Belgioioso, PV).

arcifa arance rosse biologiche siciliane 8

A chiudere il cerchio, il rapporto con i G.A.S., Gruppi di Acquisto Solidali creati da consumatori attenti tanto alla qualità naturale degli alimenti quanto al rigore etico con cui vengono prodotti.

A questa rete Arcifa offre arance (qualità tarocco e navelina), limoni, pompelmi, melograni, mandarini, clementine, fichi d’India, ma anche olive e olio a marchio proprio.

arcifa arance rosse biologiche siciliane 9

Tutto gestito in famiglia. Un clima familiare che i clienti possono vivere in prima persona, perché in mezzo alle coltivazioni di Gerbini (frazione di Paternò) Arcifa ha creato un piccolo alloggio per accogliere coloro che vogliono toccare con mano questo paradiso bucolico.

Un paradiso che profuma di zagara… e di onestà.

Azienda Agricola Arcifa: www.arcibio.com

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑