Google+

Specialmente a… Autunno Trentino

Pubblicato il: 21 novembre 2013 alle 5:26 pm

I PRODOTTI ESPOSTI AD AUTUNNO TRENTINO 2013
Il sito della manifestazione definisce Autunno Trentino “un’occasione per incontrare i produttori presenti in piazza per raccontare e far assaggiare il frutto del loro lavoro, lasciarsi tentare da piccole e dolci tentazioni, ma anche per degustare, in maniera ragionata, una selezione della migliore produzione enologica”. Tutto vero.

Le casette in legno degli espositori, letteralmente assalite dai visitatori, sono state un tripudio di sapori, ciascuno vettore di storie delle genti trentine. L’olio e i salumi, il pane e i formaggi, perfino le conserve, tutto si portava dietro una storia, fatta di territori da domare, natura da coccolare, frutti da raccogliere e lavorare con sapienza antica.

3

Doveroso partire dai salumi, tra gli elementi distintivi del Trentino. In piazza non hanno avuto un attimo di tregua i fratelli della salumeria Belli, espositori a chilometro zero, visto che hanno dovuto percorrere ben poca strada per giungere a Trento dalla loro Sopramonte.

Si definiscono “una famiglia di macellai e salumieri che da sei generazioni crede negli insegnamenti e nelle tecniche produttive ereditate dalla tradizione alpina” e lo si percepisce guardandoli al lavoro, entusiasti e sempre sorridenti, senza mai lesinare un racconto dei loro prodotti a chiunque glielo chieda anche per la millesima volta, tanto che nessuno si è lamentato se ha dovuto fare una fila più lenta per l’irrefrenabile storytelling dei Belli.

4

Non a caso definiscono la macelleria non come “un semplice punto vendita, bensì l’approdo di una filiera che dall’allevamento selezionato passa per il laboratorio ed arriva al cliente con la forza dell’artigianalità dei nostri prodotti e salumi. Per noi la macelleria è anche un laboratorio dove si crea cultura del cibo e dove si trasferiscono al consumatore l’esperienza e le tecniche gastronomiche che abbiamo ereditato dai nostri antenati”.

Ecco come ci raccontano i loro prodotti.

Se i salumi trentini sono noti a tutti, ha rappresentato invece una piacevole sorpresa la crescita della qualità dell’olio del territorio dell’Alto Garda, anche grazie al lavoro di chi lo tutela e promuove. Come l’Accademia dell’Olivo e dell’Olio dell’Alto Garda.

Tra i prodotti transitati da Autunno Trentino, grande rispetto ha destato il mais spino della Valsugana: andiamo a scoprirne le caratteristiche.

http://youtu.be/C6RKpHbsosI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

continua


Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,



L'autore


Back to Top ↑