Google+

Bolle di champagne Bruno Paillard al ristorante Cambio di Torino

Pubblicato il: 24 febbraio 2017 alle 2:57 pm

champagne bruno paillard ristorante cambio torino 001

Alice è un bellissimo mondo, quello di Bruno Paillard, la maison di champagne portata al mito da suo padre, naturale, consapevole, condivisibile.

Alice Paillard ha presentato con il distributore Cuziol a Torino il suo Banc de Blancs Extra Brut Grand Cru multimillésime (degorgement: septembre 2015) e il Blanc de Blancs Brut 2006.

champagne bruno paillard ristorante cambio torino 003

Due bottiglie per i menu di chef Matteo Baronetto, ex colonna di Carlo Cracco, artefice della rinascita del Cambio.

Dehor davanti al barocco austero di Palazzo Carignano, la “filosofia multi vintage e multi cru della maison – ricorda Alice -, due esempi estremi ma con i tempi giusti. Annata di affascinante maturità e armonia. Sussurrata”.

champagne bruno paillard ristorante cambio torino 005

L’insalata piemontese è un concept divisionista di colori e consistenze, la lasagna di lattuga di mare, un’alga, una rilettura per sottrazione spiazzante.

I gamberi e nocciola (a bagno per una notte), una crema quasi di ceci. La quaglia al sugo, verdure in agrodolce, dal peperone o al cavolo viola, la memoria delicata di un terroir, la pesca ripiena buonissima.

 

Info: www.delcambio.it

         www.champagnebrunopaillard.com

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 01 ottobre 2016

champagne bruno paillard ristorante cambio torino 006

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑