Google+

Borgodifiume, albergo diffuso culturale a Fiumefreddo Bruzio (Calabria)

Pubblicato il: 23 aprile 2018 alle 7:00 am

Ospitalità deliziosa, stimolo cognitivo, guida turistica, divulgazione culturale, valorizzazione del territorio: sono tutti elementi che si ritrovano virtuosamente in Borgodifiume, straordinaria ed esemplare esperienza di ospitalità diffusa nel magnifico borgo slow di Fiumefreddo Bruzio, in provincia di Cosenza.

Un sistema che prevede sistemazioni comode in stupendi edifici storici, con un corredo di attività collaterali che consentono di immergersi pienamente nel territorio, per viverlo a fondo anche nello spazio di una breve permanenza.

Iniziative così interessanti da capovolgere la consuetudine, per cui non soltanto si soggiorna qui per vivere il borgo, ma anche l’inverso, poiché c’è chi viene attratto dall’idea di vivere in primo luogo proprio tale esperienza di soggiorno, tanto è appagante sul piano culturale e ludico.

Nella mission di Borgodifiume si parla di “un nuovo approccio all’ospitalità per un turismo sostenibile”, ponendo l’accento su “una figura che diventa centro dell’ospitalità: il tutor; un cittadino, conoscitore del territorio, che (se lo si desidera) accompagna il viaggiatore durante il suo soggiorno nel borgo, per fargli scoprire la vita e la storia del luogo, la sua cultura, le sue particolarità, le sue bellezze e ovviamente il gusto del luogo”.

Ne abbiamo fruito ed è stato davvero un bel percorso, umano e intellettuale, tra i mille racconti e gli stupendi scorsi di questo borgo non a caso inserito tra i più belli d’Italia.

Il sistema alloggiativo si concentra soprattutto nella Residenza d’epoca Vicogranatello che si trova in un palazzo gentilizio del XVII sec., nella piazza di Santa Domenica nel centro storico: “il palazzo è disposto su tre livelli ed è presente un terrazzo panoramico che si affaccia sul borgo e domina il mare e dove in estate è servita la colazione” spiega l’organizzazione, specificando che “nelle nostre camere di charme la pietra è stata mantenuta ovunque e crea un atmosfera calda ed accogliente”.

Camere definite di charme che “all’interno della Residenza d’epoca sono state restaurate con l’intento di preservare l’essenza e il fascino dei tempi lontani: abbiamo ritrovato le antiche travi  lasciandole a vista, i mobili sono  pezzi unici”.

Da sottolineare l’ottima e abbondante prima colazione ricca di prodotti locali che viene servita al mattino, la quale offre generosamente prelibatezze che vedono l’impiego di materie prime agricole in parte coltivate negli orti della stessa cooperativa che gestisce la struttura.

Senza dimenticare che a Borgodifiume è collegata l’EnOsteria ConVivio, straordinario tempio gastronomico che già di per sé vale il viaggio (http://www.storienogastronomiche.it/osteria-convivio-a-fiumefreddo-bruzio-cs-saperi-e-sapori-di-calabria/).

Ben si comprende allora come non sia un caso che l’intero progetto sia nato da una potente motivazione etica, quale la salvaguardia e il rilancio di questo splendido angolo di Calabria e contestualmente la creazione di opportunità di impiego lavorativo che blocchino l’emorragia migratoria giovanile.

Il visionario che ha partorito il progetto è Raffaele Leuzzi, luminare della medicina, affermatissimo senologo che dopo avere combattuto per anni  contro il tumore al seno e a favore della salute femminile, ha deciso di intraprendere anche quest’altra battaglia civile, quella di offrire alle più fresche e motivate forze del posto una ragione per rimanere a Fiumefreddo Bruzio coltivando sogni e progetti concreti.

E c’è riuscito: basta guardare l’entusiasmo e le grandi capacità professionali espresse da tutti i giovani che stanno rendendo Borgodifiume un’eccellenza del turismo culturale ed esperienziale italiano.

Leuzzi ci ha spiegato il progetto nel video che segue.

Info: http://www.borgodifiume.it/

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑