Google+

A Cagliari, Sabores e le ostriche di Oyster

Pubblicato il: 27 ottobre 2017 alle 3:00 pm

Ci veniva Andrea. Parodi, l’artista che ricordiamo nel suo Premio, a Cagliari. Siamo all’Oyster, enoteca wine bar di via Sardegna 20, dietro la Marina.

Posto di fan di ostriche e soprattutto bollicine. Grande cantina e cucina bistrot, ostriche sarde di Tortolì, cozze di Arborea e bollicine di Franciacorta, Enrico Gatti, fra i fondatori ma eccentrico produttore dalle sue vigne, linea naturale. Che qui ha i suoi adepti.

Iniziamo con un suo Franciacorta Brut che sa di chardonnay di quel terroir e non ha paura di sottolinearne le differenze.

Spaghettini con datterino sardo appena scaldato in padella e Gambero Rosso Levante, lo stesso di Mazara, in purea di fagioli bianchi, equilibrio delicato e cotture perfette, sono la base per passare a Fernand Hutasse et fils, il suo notevole base, e ritornare a Gatti con il suo Nature.

Cultura e passione di Filippo Mundula, un posto da annotare.

Lì vicino, uscendo a sinistra e girando l’angolo a destra verso il mare trovate, in via Baylle al 6, Sabores di Samuele (Muscas) e Barbara, il format food & wine perfetto.

Selezionatore di formaggi e salumi speciali, il vero tonno di Carloforte carciofi sott’olio (selezione di Evo sardi) e altre delizie, grande scelte di vini.

Assaggiati un pecorino fresco (con caglio di capretto) e una media stagionatura, salsiccia di nero sardo, con un Alessandro Dettori Chimbanta 2016 (Triple A), Monica sarda e l’Orgosa Cannonau Rosato (16 gradi!) e Nero (Cannonau, Carignano, Pascale e Sangue di Cristo) di Giuseppe Musina a Orgosolo.

Entusiasmante.

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 14 ottobre 2017

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑