Google+

Cusumano ora scala il vulcano

Pubblicato il: 8 dicembre 2017 alle 3:00 pm

Affascinante il racconto di Alberto Cusumano, il padrone di casa a Contrada Verzella, Castiglione di Sicilia. Cantina di design, ultimo sogno di una famiglia che produceva a Partinico “vino sfuso: mio padre mi ha mandato a studiare a Marsala, abbiamo subito deciso d’imbottigliare e cercare occasioni; quella della svolta è Tenuta Ficuzza, 700-800 metri a Piana degli Albanesi, perfetta per autoctoni diversi e Pinot Nero (l’ottimo Chardonnay di Jalè)”.

Fra Butera e Mazzarino si fa un buon Nero d’Avola (Sagona) alla Tenuta San Giacomo, alla Tenuta Presti e Pegni di Monreale i blend internazionali (Noà e Benuara), al Monte Pietroso il Grillo (Shamaris).

La scelta è radicale. “Recuperiamo un Moscato Bianco che si produceva in piccole quantità a Corleone e nasce il Moscato dello Zucco (dal clamoroso finale Bittersweet)”.

Sull’Etna prende forma il progetto Alta Mora (https://altamora.it/it/altm/), Nerello Mascalese (poco Cappuccio) e Carricante, due Cru importanti, Guardiola e Feudo di Mezzo, partendo da Contrada Pietramarina, acquistata da Benanti. “Siamo quasi a 20 ettari e ci guardiamo intorno”.

Magnifica cantina, acciaio e botti grandi francesi, piccole usate per i bianchi. Una parete è uno spaccato geo art dalla terra alle colate.

Davanti una bellissima vigna, come spettacolare è Contrada Guardiola. Competenza, investimenti (“mio fratello si occupa dei conti”) e passione.

Info:   https://cusumano.it/it

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno dell’8 ottobre 2016

MARCO MANGIAROTTI

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑