Google+

Fud siculo a Milano: produttori, vini e panini

Pubblicato il: 26 luglio 2018 alle 3:00 pm

La Sicilia ha il suo hub a Milano. Andrea Graziano apre Fud Bottega Sicula, dopo Catania e Palermo, sui Navigli in via Casale 8.

Andrea è il più bravo nei format e nella elezione dei produttori, nella formazione di 130 dipendenti a tempo indeterminato solo in Sicilia.

Lo conosco da anni, goloso, godurioso, geniale.

Hamburger e panini identitari, salumi, formaggi, fritti, vini e birre, “una cucina semplice con i nostri prodotti migliori”. Quelli che ha presentato in anteprima all’evento milanese di Firriato.

Un progetto milanese che ha coinvolto Vittorio e Saverio Borgia, già presenti con un ristorante di successo in Brera. “Proponiamo piatti e panini semplici, la nostra idea i street food, una rete di produttori straordinaria, una guida per chi scende in vacanza nell’isola”.

Il catalogo è questo. “Il suino nero dei Nebrodi, l’asino ragusano e i capperi di Salina, i presidi Slow Food, 60 produttori, ma ne aspettiamo altri, portiamo a Milano una Sicilia che lavora, giovani imprenditori, un movimento agroalimentare”.

Come Agostino Sebastiano Ninone, “che conosco da sedici anni”, che alleva con la moglie Luisa a La Paisanella suini, bovini e ovini della razza nera dei Nebrodi a Mirto (Messina). Fanno prosciutti clamorosi (900 l’anno), la Provola dei Nebrodi del Presidio Slow Food, caciotte, ricotte fresche e stagionate, caprini e pecorini. Fra i salumi la fellata, il capocollo, il guanciale.

O Sandra Inviviata, allevatrice casara di Collesano, nelle Madonie. Duecento vacche di razza bruna e dieci maiali. Una mitica Provola delle Madonie a latte crudo, Presidio Slow Food. Cose buone da scoprire.

 

Info: https://www.fud.it/location/milano/

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 14 luglio 2018

 

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑