Google+

I gatti di San Feliciano, colonia felina sul Trasimeno a Magione (PG)

Pubblicato il: 24 marzo 2020 alle 7:00 am

Passando per uno degli angoli più riparati e ma anche più suggestivi di Magione, a ridosso della riva che ospita un piccolo porticciolo su una delle sponde più belle del Trasimeno noti subito una struttura in maggior parte di legno che dà la sensazione di una curatissima dimora in miniatura: avvicinandosi si scopre che è un riparo per I Gatti di San Feliciano, colonia felina gestita da un gruppo di volontari insieme all’ASL.

La denominazione deriva dall’omonima frazione del comune di Magione che si trova in Umbria, in provincia di Perugia: la suggestiva località rientra nel Parco Regionale del Lago Trasimeno sul quale si affaccia.

Nella dichiarazione d’intenti affissa sulla struttura si capisce subito la serietà del progetto, grazie a un cartello dai toni perentori che esplicita come qui non si accettino gatti da privati perché “chi non sterilizza deve assumersi la responsabilità delle nascite incontrollate”, motivo per cui in tale spazio sono accolti “gatti sterilizzati, castrati e sani”, per dire “basta al randagismo”.

Sull’apposito profilo Facebook si spiega come “i mici sono circa 30, forse di più quando gravitano anche quelli di proprietà lasciati liberi” e che “la Colonia è gestita da volontari” i quali dichiarano apertamente quanto siano necessari “aiuti in termini di cibo, denaro per spese e cure e persone disposte ad aiutarci”, perché non sono sovvenzionati.

Un altro cartello in esterno specifica come i gatti di questa colonia per quanto vivano liberi siano al contempo protetti, quindi è “assolutamente vietato e perseguibile penalmente maltrattarli e allontanarli dai luoghi dove vivono abitualmente”, ricordando che esiste anche la legge n° 281 del 1991 a tutela delle colonie feline.

Di recente sulla pagina Facebook di questa piccola struttura dal grande cuore Le volontarie delle Colonie del Trasimeno hanno pubblicato un post in cui “fanno sapere che i mici stanno bene, con un po’ di difficoltà si va avanti ma con tanta speranza nel cuore supereremo anche questa”, aggiungendo un importante appello: “se qualcuno volesse aiutarci con il cibo potete lasciare nei secchi il cibo o spedirlo all’indirizzo della titolare della Colonia”. Per conoscere gli indirizzi, basta chiederlo a chi gestisce la pagina.

Questa necessità di cibo infatti non autorizza a lasciare vicino alla postazione cibo o avanzi di esso, con la preghiera di non dare da mangiare ai gatti della colonia “in quanto sotto controllo veterinario e devono seguire un regime alimentare specifico”. Il controllo è a carico del Servizio Veterinario della USL Umbria 1.

Ultima avvertenza: per chi passa da queste parti e posteggia l’auto, occorre, prima di riavviare il mezzo, controllare che nessun gatto si sia introdotto nel vano del motore o che stia stazionando sotto la scocca.

Un gesto che si fa volentieri, irretiti da questa ammirevole lezione di civiltà che andrebbe diffusa maggiormente in tutta Italia.

Info pagina Facebook: I Gatti di San Feliciano – Colonia Felina

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑