Google+

Hosteria della Pignatta a Binasco (Milano), paradiso contadino

Pubblicato il: 3 marzo 2015 alle 3:20 pm

Hosteria Pignatta a Binasco 1

“Alziamo la saracinesca ogni giorno come atto di resistenza culturale”: colpisce la confessione amara di Matteo Sciacca, perché la sua Hosteria della Pignatta è probabilmente il migliore locale di tutta la cinta milanese e meriterebbe di esser assalito da orde di veri gourmet.

Hosteria Pignatta a Binasco 2

(Matteo Sciacca)

 

Si trova nel delizioso piccolo centro di Binasco, alle porte di Milano

Hosteria Pignatta a Binasco 3

… posto che già da solo varrebbe il viaggio per la discreta poesia delle sue architetture che si specchiano nei corsi d’acqua.

Hosteria Pignatta a Binasco 4

Il locale è accoccolato in Largo Loriga 5, dentro un suggestivo antico edificio.

Hosteria Pignatta a Binasco 5

E’ qui che esprime una sublime cucina contadina.

Come il pane fatto in casa, fitta mollica e gustosa crosta sapida.

Hosteria Pignatta a Binasco 6

O il trionfo di salumi. Il bacon affumicato del salumificio San Marino è molto elegante tra sentori torbati e animali. Il lardo è fatto in casa da Matteo, marinato con erbe e sale: ottimo da solo, superlativo sulla squisita cremosa polenta della Cascina Paghini di Lachiarella, da cui arriva anche un salame artigianale da applausi per il suo equilibrio tra il salato e la nota dolce.

Hosteria Pignatta a Binasco 7

E ancora amore per il pane: in forma di cannolo croccante con goduriosa farcia di mascarpone e noci, mentre cotto con cime di rapa è una poesia di sapori, accesa da eccellente olio Cima di Bitonto, piccante ed erbaceo.

Hosteria Pignatta a Binasco 8

Altre meraviglie, il risotto con radicchio e speck che scrocchia piacere ad ogni morso…

Hosteria Pignatta a Binasco 9

… o la trippa mista sugosa e campagnola

Hosteria Pignatta a Binasco 10

… fino al pazzesco rustico cotechino di Paghini, servito con un purè magico e pioppini dalla perfetta cottura, certificazioni della magnifica mano da fuoriclasse di Matteo, affinata in oltre venti anni con esperienze al Four Seasons e al Pont de Ferr.

Hosteria Pignatta a Binasco 11

Quindi il capolavoro assoluto: la vera pura radicale cassoeula di una volta. Qui ci mettono pure i piedini e l’incredibile musetto che in tanti altri evitano per non turbare gli stomaci fighetti: una sinfonia celestiale che tiene in armonia gli ingredienti e la clamorosa generosità delle porzioni.

Hosteria Pignatta a Binasco 12

Beveteci su i vini dell’Oltrepo pavese di Ca’ Tessitori, come la floreale e vivace Bonarda con la sua morbida abboccatura.

Hosteria Pignatta a Binasco 13

A pochi minuti da Milano c’è questo gioiello, colpevolmente trascurato dalle guide e dai gastro-scribacchini: andate a scoprirlo voi per primi, ve ne vanterete a lungo.

Hosteria Pignatta a Binasco 14

Info: www.hosteriadellapignatta.com

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , ,



L'autore


Back to Top ↑