Google+

Il pane cunzatu del Panificio di Stabile e Anselmo, a Scopello (TP)

Pubblicato il: 14 novembre 2018 alle 3:00 pm

Il pane cunzatu, una delle pietanze più diffuse in Sicilia. Ogni zona dell’Isola vanta il suo modo di farlo e alcuni centri sono diventati celebri proprio per la sua produzione.

Il pane cunzatu - cibo di strada Palermo 1

Come Scopello, una volta paese agricolo e oggi rinomata località turistica, situata in provincia di Trapani ma non distante da Palermo.

Il pane cunzatu - cibo di strada Palermo 2

Ci si va per il mare cristallino, per la stupefacente bellezza selvaggia della Riserva dello Zingaro, per la suggestiva Tonnara, ma qualunque sia il motivo, è d’obbligo fermarsi a mangiare il pane cunzatu di Scopello.

Il pane cunzatu - cibo di strada Palermo 3

Il più noto è quello del Panificio di Stabile e Anselmo, letteralmente preso d’assalto nei mesi estivi.

Il pane cunzatu - cibo di strada Palermo 4

Il suo è un pane dall’impasto fitto, spolverato di caciocavallo grattugiato grossolanamente, con l’immancabile acciuga saettante di gusto stesa sull’olio buono e rinfrescata dal pomodoro maculato dalla polvere del pepe.

Il pane cunzatu - cibo di strada Palermo 5

Una preparazione semplice, ma la sua qualità eccellente insieme alla generosità delle porzioni ha dato il via a un passaparola che negli ultimi decenni ne ha fatto una tappa per gourmand. Da non perdere anche il contorno di panelle e sfincioni, nonché chiusura con le strepitose cassatelle di ricotta.

Il pane cunzatu - cibo di strada Palermo 6

Tanti anche i palermitani che vengono qui in gastro-pellegrinaggio, perché ricordano con nostalgia questo “pane della povertà”.

Tra i cultori, il nostro esperto di cibo di strada siciliano, Giacomo Guglielmo, intercettato proprio al tavolo di questa panetteria di culto di Scopello, il quale ci spiega anche come preparare a casa il vero pane cunzatu della tradizione.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , ,



L'autore


Back to Top ↑