Google+

La cucina popolare: storie e ricette in un libro di Don Pasta

Pubblicato il: 8 dicembre 2018 alle 7:00 am

cucina popolare libro Don Pasta 1

Kitchen social club è un volume così ricco e complesso che anche a volerlo sintetizzare in poche righe richiede più passaggi: “il manifesto dei cuochi, del cibo e delle cucine sociali e popolari. 25 storie e ricette di cibo accessibile a tutti. Un repertorio delle cucine militanti e dei cuochi resistenti, a cura di Don Pasta, artista e attivista del cibo”.

Si tratta di un libro pubblicato da Altreconomia e curato da una delle figure più eclettiche della cultura enogastronomica italiana, il dj e performer Don Pasta che nelle sue esibizioni mette insieme i piatti della consolle musicale con quelli delle pietanze che prepara mentre diffonde musica.

cucina popolare libro Don Pasta 2

Le sue performance sono talmente originali da avergli fatto guadagnare l’elogio del New York Times che lo ha definito “uno degli artisti più innovativi sul cibo”.

cucina popolare libro Don Pasta 3

Per Don Pasta “i resistenti di questo libro sono figure chiave, che si muovono con caparbietà per conservare un’intelligenza, una pratica, il piacere del gusto: le persone incontrate in questo viaggio italiano hanno aguzzato l’ingegno per resistere, con i piedi per terra, ma conservando la prassi contadina di risolvere un problema usando sempre la testa”.

cucina popolare libro Don Pasta 4

Partendo dalla convinzione che “Mangiare bene – e far da mangiare bene – è una forma di resistenza”, Kitchen social club “è il primo libro che, in un’epoca di chef mediatici, racconta il cibo, le cucine e i cuochi sociali e popolari in Italia: 25 storie di cibo pulito, ovvero senza sfruttamento e accessibile a tutti, dalle arance allo zafferano, 25 ricette di cuochi militanti e di cucine a bassa soglia – dalle osterie a filiera cortissima alle trattorie meticce – 25 narrazioni di contadini custodi della terra, pescatori sostenibili, casari resistenti e dei loro prodotti genuini e clandestini”.

cucina popolare libro Don Pasta 5

Ne è scaturito un manifesto che promuove cibo solidale (affrancato dallo sfruttamento umano e del mercato), vicino (di prossimità, locale, fresco), sicuro e sano (certificato biologico, biodinamico), di relazione (rapporto fiduciario tra chi lo produce e chi lo mangia), da piccola agricoltura, sociale (che permette di lavorare con dignità a persone portatrici di uno “svantaggio” fisico o psichico).

cucina popolare libro Don Pasta 6

I cuochi sono invece contadini (autoproducono le materie prime nell’orto dietro al ristorante), a spreco zero (riciclano il cibo del giorno prima), cuochi che “sperimentano cucine comunitarie con contadini, allevatori, panificatori, artigiani, Gas, botteghe del commercio equo e solidale”.

cucina popolare libro Don Pasta 7

Si parla quindi di Cornelia Pelletta, fondatrice di Licurdia la prima associazione di cucina vegetariana socratica; dei sommelier sociali di Officina Enoica che sostengono i vignaioli artigiani che scelgono di produrre vino biologico; cooperative sociali come Abc La Sapienza in Tavola di Bollate nel milanese “che portano in tavola le storie di detenuti che hanno perso la libertà di circolare ma non quella di cucinare”…

cucina popolare libro Don Pasta 8

… e ancora di 381 Storie da gustare a Ferrara; le cucine della cooperativa La fabbrica di Olinda e del ristorante Jodok di Milano.

cucina popolare libro Don Pasta 9

Per le cucine si parla poi di bassa soglia (accessibili a tutti), filiera corta, cucine locali, vegetariane, dalle cotture semplici, sociali e mutualistiche (per inserire al lavoro persone in difficoltà), politiche (attraverso un menu informano, fanno opinione), culturali, sovversive (si ribellano allo statu quo).

cucina popolare libro Don Pasta 10

Tra le ricette, Bistecca del Pastore di Nunzio Marcelli; Funky Tomato Soup di Stefano Carucci, chef del ristorante Divin Peccato

cucina popolare libro Don Pasta 11

… Cavolfiore soffocato con olive e zafferano della famiglia Meloni; Torta multicereale con broccolo padovano del gruppo cucina di Ca’Sana

cucina popolare libro Don Pasta 12

… Torta al cacao light-solidale di Miss Critical Kitchen; Zimino di ceci con erbetti di Davide Barcellone; Rigatoni Cum-panatico Sud al pesto di fave e cicoria di Corto Circuito Flegreo.

cucina popolare libro Don Pasta 13

Si parla anche di Eat the rich; Giovanni Cerrano, contadino panificatore; Cantina Giardino; Paolo Fanciulli

cucina popolare libro Don Pasta 14

… Cooperativa Le Lazzarelle (caffelazzarelle.jimdo.com); Chikù; Le Galline Fellici; La Porta dei Parchi; Paolo De Feo e la Lenticchia di Ventotene; Luca Bonizzoni; cooperativa Arvaia; Terre Frumentarie

cucina popolare libro Don Pasta 15

Funky Tomato; Giovani in Vita; Banda Biscotti

cucina popolare libro Don Pasta 16

Andrea Bezzi; I testaroli di Pontremoli; Canapicultura; Zafferano di San Gavino Monreale; Vale la pena, birrificio artigianale…

cucina popolare libro Don Pasta 17

… La Comunità degli Èrbi (cornabrugia.blogspot.it); Barikamà; Sotto i Pini; Genuino Clandestino.

cucina popolare libro Don Pasta 18

Info: www.altreconomia.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑