Google+

Le case colorate sull’isola greca di Milos, nel blu dipinto di blu

Pubblicato il: 6 gennaio 2021 alle 7:00 am

I villaggi dei pescatori sono i luoghi incantati che hanno creato l’ammaliante fascino delle Cicladi, soprattutto sull’isola forse più incantevole dell’arcipelago, quella Milos collocata da alcune classifiche addirittura tra le tre più belle del mondo.

Il merito principale è proprio delle abitazioni costruite quasi sull’acqua, caratterizzate dal gioco cromatico che ha reso tale parte galleggiante della Grecia un’icona mondiale, composta dal contrasto tra bianco accecante delle pareti e il blu intenso di porte, infissi e finestre, quasi un modo di evocare cielo e mare riproducendoli idealmente entrambi sulla terraferma.

A Milos sono diversi questi angoli di stupefacente bellezza, da cercare tra le innumerevoli insenature di cui l’isola è punteggiata.

Le abitazioni citate sono edifici chiamati Syrmata, un fenomeno abitativo la cui nascita viene fatta risalire a oltre un secolo fa.

Si trovano in zone chiamate Klima, Firopotamos, Mandrakia, Aghios Kostantinos.

Per raggiungere questi luoghi si devono percorrere strade che abbagliano per il candore estremo delle pareti tufacee che li cingono…

… le quali corrono a tuffarsi nel mare trasparente…

… con la pietra viva in alcuni casi scolpita dall’uomo per creare pezzi di case o utilissime scalette per favorire l’ingresso in acqua.

Fa sognare osservare il mare che a momenti si insinua dentro le abitazioni, dalle quali una volta usciti basta fare un solo passo per ritrovarsi pieds dans l’eau e fare perfino un bagno immediato…

… ma poco più in là c’è spazio anche per deliziose piccole spiagge immerse in qualche caletta.

Entrare nel dedalo di stretti vicoletti segnato dalle case dà la sensazione di fondersi con l’architettura, in un continuo dialogo tra cielo e terra…

… sempre alla ricerca di uno sfogo verso il mare aperto…

… mentre il panorama regala l’opera di un pittore a dir poco celestiale nel suo talento di paesaggista che gioca con tutte le sfumature dell’emozione.

Qui nulla è risparmiato dalla meraviglia, nemmeno le chiesette ortodosse…

… le quali da luoghi spirituali mutano in attrazioni estetiche…

… con ricchi affreschi che assolvono l’antica funzione di comunicare simbolicamente attraverso scene di vita metaforiche…

… tra opere lignee dall’evocazione medievale…

… quadri disposti come in una pinacoteca…

… arredi che si fondono con i dipinti dai toni fumettistici…

… oggetti sacri preziosi anche in suggestiva versione prensile…

… icone di vivido magnetismo.

Se si pensa che si tratta degli angoli più nascosti delle Cicladi, quelli che devi andare a cercare appositamente, si comprende come pure un mito turistico abbia solide motivazioni e che non si diventa a caso una delle mete più ambite del pianeta.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑