Google+

Da Milano a Taormina ed Etna con produttori, vini e chef di Chic

Pubblicato il: 12 novembre 2019 alle 3:00 pm

Incontri fra Etna e Taormina con gli chef associati di Chic, aziende e produttori, i siciliani coordinati da Pietro D’Agostino, stellato a La Capinera. Pochi ma buoni nella serata al Kistè di Pietro e gli amici cuochi e vigneron, poi al Palmento Costanzo di Passopisciaro con cuochi e aziende, fra le vigne vecchie, in un’azienda che è tornata a un enologo siciliano, acciaio e poco legno (evviva!) con grande crescita delle ultime annate.

E ancora a Linguaglossa, Villa Neri, il resort, le vigne e la storia di famiglia, il nuovo vino (bene il primo bianco), gli ulivi storici e i nuovi terreni. Accoglienza, atto agricolo e memoria.

Carpigiani, la macchina del gelato, invita il Maestro Salvatore Naselli di Castelbuono. Geniale.

Giolì espone i Pomodori rossi e gialli vesuviani del Piennolo, Mancini la pasta agricola marchigiana, Riso Buono il suo Carnaroli e l’Artemide, altre cucine, piatti, coltelli, sifoni…

E grandi eccellenze di nicchia ormai disponibili non solo on line. Dalla Pesca Tardiva di Leonforte, a legumi e confetture di Agrirape all’olio di Bonfanti con i tre cultivar siciliani Moresca, Biancolilla e Nocellara della Valle di Noto, l’amatissimo Birrificio Bruno Ribadi di Cinisi con gli agrumi e altri frutti siciliani.

Salvatore Passalacqua di Castronovo di Sicilia, sui Monti Sicani, usa solo il latte di animali allevati bradi o semi bradi. La sua Tuma persa è un cult raro e pluripremiato (a Milano da Fud sui Navigli), otto mesi di stagionatura, anche erborinato naturale o ubriaco di Nero d’Avola prodotto da un amico. Notevoli il Fior di Garofalo e il Narangi oltre a un famoso Canestrato.

Famosissimo è il panettone Fiasconaro, c’era Mario, con l’esclusiva ricetta per Dolce & Gabbana al vino perpetuo Vecchio Samperi presentato a Milano.

Claudio Meli ha portato I Mieli di Meli, artigianali e naturali, unico produttore dell’Idromele Nachè, il liquore più antico. I torroni artigianali di Davide Scancarello, miele, mandorla, pistacchio e la tradizione di Caltanissetta.

Davide Merlino con la sua rivoluzionaria Lumaca Madonita, per i cuochi, anche il caviale di lumaca e le linee cosmetiche (eccellenti).

Il mitico Rosso di Mazara di Paolo Giacalone, must mondiale degli chef.

Le ricette di semplice complessità con Sebi Sorbello e Simone Strano al Palmento Costanzo, a Villa Neri Pietro D’Agostino, Paolo Barrale, Giuseppe Bonsignore, Dario Di Liberto, Giuseppe Geraci, Paolo Romeo, Salvatore Vicari, Roberto Pirelli, il resident chef Elia Russo, Giuseppe Raciti.

Vini delle cantine Torremora, Fischetti (poche bottiglie, grande bianco

e piccola riserva di rosso Etna), Neri, Cantine Russo, Vivera, Murgo (primi mitiche bollicine in Etna) e Sergio Drago.

 

Info pagina Facebook: CHIC – Charming Italian Chef

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 2 novembre 2019

 

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑