Google+

Museo Archeologico di Milano: tutta la vera Storia della città

Pubblicato il: 7 ottobre 2018 alle 3:00 pm


museo archeologico di Milano 1

La visita al Civico Museo Archeologico di Milano è un’esperienza di grande spessore culturale. Proprio nel cuore della città, il museo è uno scrigno che ne racchiude la storia, dalla fondazione in poi.

Il luogo non è pensato solo per i turisti, ma anche per i milanesi curiosi o in cerca di un angolo di pace. Il chiostro all’ingresso, con due splendide magnolie giapponesi in fiore, accoglie i visitatori e predispone gli animi per un piccolo viaggio nel passato.

Il Civico Museo Archeologico del Comune di Milano è collocato in un contesto architettonico straordinario, l’ex convento del Monastero Maggiore annesso alla chiesa di San Maurizio (VII-IX sec), in un’area che conserva imponenti strutture di epoca romana.

museo archeologico di Milano 2

Sono due le sezioni del museo dedicate alla storia della città: Milano Antica e Abitare a Mediolanum.

Numerosi reperti ed epigrafi accompagnano il visitatore alla scoperta della cultura, della vita quotidiana e della religiosità degli antichi abitanti di Milano.

All’ingresso un grande plastico in legno illustra l’evoluzione urbanistica e architettonica della città tra il I e il V secolo d.C.

museo archeologico di Milano 3

Il piano interrato del museo ospita un percorso che illustra l’arte del Gandhara. Il regno di Gandhara, fra gli attuali Pakistan e Afghanistan, si sviluppò tra il I e il VI secolo dopo Cristo. Dopo la conquista di Alessandro Magno infatti, vediamo nascere un’arte sincretistica, caratterizzata dalla rappresentazione di temi religiosi, in questo caso buddhisti, in vesti tipiche della cultura greca.

museo archeologico di Milano 4

Sotto la cripta della chiesa di San Maurizio, invece, è allestita la mostra “Da Gerusalemme a Milano – Imperatori, filosofi e dei alle origini del Cristianesimo”. Il percorso, accompagnato da descrizioni accurate e ben contestualizzato storicamente, mostra oggetti di uso quotidiano, gioielli, tessuti, vasi in vetro e anfore di terracotta, monete d’oro, reperti architettonici e artistici.

Nel chiostro interno sono visibili i resti di un’abitazione romana (I-III sec d.C), un ampio tratto delle antiche mura di cinta della città (III-IV sec d.C) e una torre poligonale inglobata dal monastero in epoca medioevale.

La palazzina di via Nirone, accessibile dal chiostro interno del  museo, ospita le sezioni altomedioevale, etrusca e greca.

La prima presenta testimonianze materiali provenienti dal territorio lombardo a partire dai Goti e gli Alemanni, soffermandosi in modo particolare sui Longobardi.

La sezione etrusca conduce il visitatore alla scoperta dei principali aspetti di questa civiltà, con reperti provenienti da Cerveteri.

museo archeologico di Milano 5

La sezione greca introduce invece alla Grecia classica, evidenziando gli aspetti della vita quotidiana, dall’infanzia all’età adulta: educazione, banchetti, guerre, cibo, matrimonio, teatro, culto degli dei e dei defunti…

Il Museo Archeologico di Milano è in corso Magenta al 15 ed è aperto dal martedì alla domenica dalle 9,00 alle 17,30.

Info:
www.poliarcheo.it
www.comune.milano.it

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , ,



L'autore

Ciaj Anna Charlotte Rocchi

Regista e fondatrice della Gurukula Film, dal 2005 è impegnata nella produzione dei suoi film, dalla scrittura alle riprese, dai costumi al montaggio in un processo creativo di vero e proprio video-artigianato. Per il resto del tempo è mamma e precaria nel mondo dell’editing video.
Tra i suoi lavori, particolare risonanza hanno avuto: Gurukula 1981-2001: biografia collettiva dei ragazzi cresciuti alla scuola degli Hare Krishna; Avatar, di Balloons over Chianti; Kulimela; I volti della Muggiasca; Scapinasc – Cucina e tradizione a Crandola Valsassina; L’antico - Memoria immagini e storia di Premana; Streghe - Casargo tra storia e leggenda; La favola di Pagnona; vari episodi della miniserie per il web Le misteriose indagini di Willa Wilson.


Back to Top ↑