Google+

A ottobre la prima Wine Week a Milano: quartieri, eventi e location

Pubblicato il: 18 settembre 2018 alle 3:00 pm

Sistema, rete, settimana. Vino. Forse Milano ha trovato l’idea per trasformare le centinaia di eventi dedicati al vino in un cluster potente e attraente: MilanoWineWeek (7-14 ottobre).

Una piattaforma “aperta, inclusiva, ancora da costruire”, come spiega Federico Gordini, manager di Lievita, presentata a Palazzo Bovara con l’assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Milano Cristina Tajani e dell’assessore al Turismo della Regione Lombardia, Lara Magoni.

Dopo la Milano Food Week e Vivite, il Festival del Vino Cooperativo, Gordini battezza la Milano Wine Week dal 7 al 14 ottobre, nel quale porta la settima edizione di Bottiglie Aperte. “La fiera del vino è e sarà Verona, Milano è invece un hub unico per connettere e comunicare con modalità diverse (e da inventare) dove già esiste il mercato più importate ed evoluto d’Italia”. Nella piccola capitale enogastronomica d’Europa.

(Federico Gordini durante la presentazione della manifestazione)

Si comincia dalla rete istituzionale e commerciale, dalla disseminazione nel tessuto della città, con Epam-Fipe (i pubblici esercizi di Milano e Provincia) e Confcommercio di Milano, Lodi, Monza e Brianza. Sarà, quindi, un grande evento di sistema, come la settimana del design e della moda, del food e della musica che cercherà di connettere tutti gli attori del mondo del vino, cominciando da manifestazioni ed eventi esistenti.

Gordini ha chiamato a supporto un autorevole comitato scientifico. “Dobbiamo sfruttare il saper fare sistema della città, l’esperienza dei fuori salone, per creare dei veri Wine Districts nei quartieri con i Consorzi di Tutela e le aziende, enoteche, ristoranti e bar (grazie al contributo di Uevla)”.

Non i padiglioni di una fiera ma il focus su ogni consorzio e cantina, accanto agli eventi. Quello che già avviene durante l’anno, prima e dopo Vinitaly.

Il quartier generale sarà a Palazzo Bovara, sede di Casa MWW, con degustazioni, masterclass, workshop, verticali, presentazioni e il Milano Wine Business Forum. “Il palinsesto è aperto e tutti sono invitati”.

Apre Bottiglie Aperte, al Superstudio di via Tortona, il 7 e 8 ottobre. Chiude il 14 la presentazione della Guida DoctorWine al Principe di Savoia con Daniele Cernilli. Coinvolti Eataly, Rinascente Duomo e Signorvino, contatti aperti con librerie, gallerie d’arte, musei.

 

Info: http://milanowineweek.com/

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 24 giugno 2018

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑