Google+

Palatifini, squisitezze gourmet a domicilio scelte da Rossi di Genova

Pubblicato il: 20 aprile 2020 alle 7:00 am

La spesa on line con consegna a domicilio nella situazione d’emergenza ha assunto il ruolo preminente di necessità per la sussistenza, ma in realtà può rappresentare soprattutto la possibilità di soddisfare curiosità golose e ricerche gourmet, come dimostra il negozio on line Palatifini che propone una selezione di prelibatezze di altissimo profilo: non potrebbe essere altrimenti, visto che si tratta dell’esternazione digitale di uno dei più colti e brillanti operatori della gastronomia italiana, Roberto Panizza, vate del vero pesto genovese e molto altro legato al marchio Rossi.

Alle spalle c’è una lunga storia, visto che la prima attività commerciale marchiata Rossi è nata a Genova nel 1947, baciata dal successo da allora fino a oggi che la struttura conta quattro esercizi distribuiti nel centro di Genova: si tratta della vecchia confetteria di via Galata, di una drogheria diventata emporio dell’eccellenza in via Cesarea, EVO in Piazza Colombo e Gamalero in piazza Sarzano, tutti “piccoli negozi tradizionali, da 22 mq. al più grande di 40 per mantenere un rapporto diretto con il pubblico: intimo e cordiale”.

A questi si aggiungano la Gelateria Frutteria Galata e il ristorante Il Genovese che è tra i più rigorosi templi della cucina storica della città.

Un sistema diffuso di elevatissima qualità che abbiamo già avuto modo di testare in passato, sia con acquisti nei fornitissimi negozi in cui c’è da perdersi tra opzioni da buongustai, sia nello strepitoso ristorante (http://www.storienogastronomiche.it/ristorante-il-genovese-ragione-e-sentimento-della-cucina-di-genova/).

Del resto “la selezione dei prodotti che trovate nei negozi è frutto del lavoro di tre generazioni, sempre aggiornati ma privilegiando spesso la sostanza alla forma”, spaziando “dal Caviale alla Cioccolata, dalla Farina macinata a pietra allo Champagne più esclusivo”, il tutto perfettamente custodito in un magazzino di 400 mq dotato di celle refrigerate per la conservazione dei prodotti, nato per rifornire i negozi ma anche punto di partenza per le spedizioni degli ordini ricevuti.

E’ il cardine su cui si basa l’azione di “e-commerce di eccellenze gastronomiche mondiali dedicato agli esploratori del gusto” di Palatifini.it, considerato giustamente “un prolungamento delle nostre botteghe, dove non si fa mai mancare una parola in più con il cliente” che “può perdersi nelle oltre 3000 referenze presenti e scoprire sempre un gusto nuovo da provare o un prodotto che pensava di non poter mai trovare”.

I titolari avvertono: “non stupitevi inoltre se sentirete squillare il telefono dopo aver effettuato un ordine, quando necessario non risparmiamo tempo per un approfondimento di qualche dato prima della spedizione” e noi possiamo testimoniare che è tutto vero, avendo ricevuto la chiamata di una gentilissima addetta che ci chiedeva di scegliere la modalità di un piccolissimo rimborso che perfino a noi era sfuggito di avere diritto.

Venendo a ciò che si può acquistare, con procedura immediata grazie all’organizzazione grafica induttiva del sito, oltre ai prodotti citati si spazia tra categorie come drogheria internazionale, foie gras, salmone affumicato, tartufo, piatti pronti, prodotti della Liguria (pesto e focaccia genovese, altre specialità liguri), salumi (italiani e spagnoli), burro e formaggi, mostarde, pasta artigianale italiana, riso, cereali e legumi, minestre, zuppe, vellutate, pane e farine, specialità dal forno, condimenti, salse e conserve, conserve, olio extra vergine di oliva, sali dal mondo, salse e passate di pomodoro, spezie ed erbe aromatiche, sughi, dolci (biscotti e cialde, caramelle, confetti e liquirizie), cioccolato, confetture e marmellate, miele, cake design, vini e liquori, bevande, caffè, soft drink, tè e tisane, ma anche libri per letture di gusto, il vero mortaio da pesto, stoviglie e oggettistica per la tavola, tutto per il cuoco, preparati, aromi e colori alimentari, ingredienti e agenti lievitanti, decorazioni alimentari, fino a qualche coccola per le occasioni speciali, con la possibilità di richiedere confezioni regalo.

Tra le squisitezze da noi testate e consigliate ci sono la particolare conserva di Finocchi e mandorle all’arancia di Perché ci credo, la Salsa di fagiano e quella di germano reale di Boutique Mila, lo strepitoso Salame di Sant’Olcese tradizionale del Salumificio Parodi morbidissimo e dalla speziatura irresistibile…

…gli originali Fusilli di Pisa del Pastificio Martelli e gli Spaghetti di grano Turanico bio del Pastificio Mancini, il suadente Burro dolce della Loira della cooperativa casearia Verneuil fondata nel 1909 che lo crea a partire da una crema di latte fresca trasformata in una fantastica carezza per il palato…

… la robusta Zuppa di piselli, grano saragolla e timo, gli straordinari Canestrelli cotti in forno a legna e ovviamente l’insuperabile pesto genovese di Rossi in vasetto, quindi il fenomenale Salume spalmabile di lardo e oca Sasaka con cui Jolanda de Colò diffonde un’antichissima ricetta tradizionale delle famiglie contadine delle Alpi Carniche a nord di Udine al confine con l’Austria.

Perfetti gli imballaggi che garantiscono il mantenimento della catena del freddo grazie ad appositi contenitori isotermici e all’uso di ghiaccio gel per il mantenimento della temperatura, affidabile la spedizione grazie all’uso di corriere espresso con tracciabilità del percorso, consegne veloci.

Per “qualsiasi ulteriore informazione o spiegazione” le persone interessate sono invitate a contattare il sito tramite mail (info@palatifini.it), telefono (+390108601096) oppure un efficientissimo servizio clienti su WhatsApp al numero 3246018704.

Info: https://www.palatifini.it/it/

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑