Google+

Panagia Chrissopigi, stupenda chiesa ortodossa sull’isola greca di Sifnos

Pubblicato il: 8 aprile 2021 alle 7:00 am

E’ l’emblema dell’isola di Sifnos e una delle icone dell’arcipelago greco delle Cicladi, con quel suo candore che abbaglia a un passo dal tuffarsi in mare in cui si specchia, angolo di purezza visiva in mezzo alla virulenza frastagliata della roccia che l’accoglie: è Panagia Chrissopigi, chiesa ortodossa secolare meta di visitatori in cerca di stupore estetico e balsamo interiore.

Galleggia su una minuscola penisola pietrosa, la punta di Petalos che sporge dalla costa sud-orientale di Sifnos, nella zona di Faros, rappresentando una sorta di slancio sulle acque che ne alimenta il fascino.

L’edificio religioso è dedicato alla santa protettrice di quest’isola cicladica in cui sarebbe stato costruito nel 1650.

Ha rigorosa funzione di monastero ma è destinataria anche di storie legate alle incursioni dei pirati, rappresentando secondo la tradizione un riparo in cui trovarono protezione le donne in fuga da quella minaccia.

Sarebbe invece merito di alcuni marinai il ritrovamento dell’icona della Vergine esposto in chiesa, immagine sacra della figura religiosa alla quale qui si attribuiscono decine di miracoli.

L’avvicinamento alla struttura dà la sensazione del collo stretto di un imbuto che concentra tutta l’attenzione dell’osservatore sulla sagoma che annuncia la magnifica architettura della chiesa…

… introdotta da un ingresso ieratico incentrato sulla sovrapposizione di elementi geometrici, tra linee rette, triangoli, rettangoli, parallelepipedi e semicerchi…

… dal quale subito iniziano a fuggire via vialetti che si precipitano verso il mare ispirando passeggiate nella vertigine dell’immenso…

… sdrucciolando tra lame di roccia che squarciano la serenità dell’ordito ingegneristico che si sta calpestando…

… arrivando a offrire immancabili punti panoramici sui quali rinunciare al fiato in preda all’estasi.

L’interno risponde ai canoni della severità della confessione che rappresenta, mista come sempre a un senso ancestrale dello sfarzo incentrato sul richiamo all’oro, così come aurea è perfino la radice semantica del posto…

… con gli arredi che cingono i muri lasciando aria al centro dello spazio…

… pareti lignee che concentrano simboli rituali e messaggi visivi dell’istanza spirituale del luogo…

… dettagli da inseguire in ogni angolo, anche quello meno solito.

Il ritorno all’esterno si apre ancora con un respiro salmastro e una luce surreale che sembra brillare anche quando il cielo è coperto come nel caso della nostra visita…

… e un invito a riprendere il cammino verso altre suggestioni.

Panagia Chrissopigi chiarisce una volta per tutte come il successo popolare delle Isole Cicladi non sia fondato unicamente su spiagge da sogno e deliziosa cucina dai sapori particolari, ma anche da questo misticismo sotteso pronto a emergere in ogni angolo con una capacità di attrazione che valica gli steccati di ogni forma di fede, alimentando sana curiosità che non di rado muta in auspicabile sete di conoscenza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑