Google+

Pazzesco, da Gallarate (VA) clamorosi panini gourmet a domicilio

Pubblicato il: 7 aprile 2021 alle 7:00 am

Uno dei rari casi in cui il nome roboante e impegnativo di un locale mantiene perfettamente le attese, diventando un caso concreto di nomen omen, la locuzione latina che indica un destino già nel nome e potremmo tradurre come “di nome e di fatto”: avviene con Pazzesco, locale di Gallarate che ha scelto questa denominazione appropriata per proporre una gastronomia incentrata su panini e burger gourmet effettivamente fuori dall’ordinario per l’eccezionale qualità e i sapori bizzarri quanto irresistibili.

Si presenta come “il Match che mancava tra Tecnologia e Ristorazione, un’anima street con un dress code raffinato; nel Cuore la Passione per la Tradizione della Cucina e delle Qualità delle Materie Prime e nella Testa una sana Follia generatrice di Creatività e costante ricerca di Innovazione”, promettendo (e mantenendo) “un’esperienza culinaria innovativa, comodamente… dove vuoi, partendo dallo schermo del tuo smartphone”, perché tra i pregi c’è anche quello di un servizio di consegna a domicilio di stupefacente precisione, nonché un servizio clienti di enorme disponibilità che consente ai clienti anche di ricostruire le proprie pietanze, togliendo o aggiungendo ingredienti.

Così ci si può vedere recapitare a casa “un hamburger, una healthy bowl, una cena formale, o semplicemente un menu per la tua domenica in famiglia”, tutto ben imballato, sempre caldo, con la chicca di bigliettini dalle frasi spiritose in accompagnamento.

Il cuore è però rappresentato dal menu dei burger che propone una sfilza di veri capolavori, giungendo a nobilitare l’intero genere gastronomico di questo tipo di proposta culinaria.

La strepitosa qualità ruota intorno a due cardini, i cosiddetti Bun (i classici panini nordamericani soffici e tendenti al dolce) che sono fatti in casa secondo ricetta propria “per soddisfare anche i più difficili e esigenti esperti” e i Burger  composti da 200 gr. di carne pregiata cotti alla brace.

Già il basico Cheese mette l’accento sul pregio delle materie prime, con il suo goloso condimento di “Burger di Fassona 200g, Lattuga, Scamorza fondente, Cetriolo sott’Aceto, Pomodoro, Ketchup e Mayo”…

… ma col Talucco la ghiottoneria schizza alle stelle grazie a una combinazione dall’ampio e sbalorditivo corredo sensoriale scaturito da “Burger di Fassona 200 g, Tomino fondente, Guanciale di Cinta Senese croccante, Pomodoro, Cavolo rosso, Mayo alle Erbe, Salsa BBQ”.

Vola sulle vette del gusto il Country che mette insieme dolcezza casearia, sentori di alta norcineria e complessità speziata condendo il burger con “formaggio Piattone, Prosciutto di Praga piastrato, Pomodoro, Cipolla caramellata, Rucola, Mayo al Peperoncino, Salsa Tartara”…

… ed è parimenti fenomenale il The Regional’s – Piemonte, il più concettuale nel suo puntare sulla territorialità, individuando il perfetto abbinamento di tipicità regionali identitarie come la già nota Toma Piemontese e la Pancetta ossolana invece ancora misconosciuta ma che meriterebbe maggiore fama per la sua bontà e la storia che la contraddistingue, aggiungendo il lampo di genio assoluto di inserire un Uovo Fritto, completando con tocchi di classe quale l’impiego del croccante e aromatico Cavolo Cappuccio, tutto completato da pomodoro e Mayo alle Erbe, con al centro l’immancabile Burger di Fassona 200g.

E’ un’esperienza intellettuale il Signature Burger firmato dal talentuoso Chef Luigi Di Donna, la cui sensibilità ha spinto a creare un altissimo e succulento Bun home made che accoglie un tenace doppio Hamburger di Bufalo da 150g dall’evocazione ancestrale, la cui potenza è ingentilita da suadente Mozzarella di Bufala, stuzzicanti Melanzane arrostite, delicata Crema al Basilico, per giungere a Pomodoro, Rucola e Mayo al Peperoncino. Impegnativo, ma irrinunciabile.

Si fa molto apprezzare per equilibrio e delicatezza il Cesare Augusto con “Petto di Pollo piastrato, Grana Padano in scaglie, Iceberg, Melanzane arrostite al Limone, Pomodoro, Salsa Caesar”.

Da notare che ogni referenza è accompagnata da eccellenti Patate speziate al forno che si possono ordinare anche a parte nel reparto Gastronomia…

… nel quale abbiamo avuto modo di provare un Arrosto di vitello glassato alle erbe e cotto al forno realizzato a regola d’arte, vera esaltazione di consistenza e peculiarità organolettiche.

C’è molto altro da scoprire nell’offerta del locale, ma si ha la netta sensazione che qui non si sbaglia un colpo.

Un’autentica rivelazione che illumina di originalità e buon gusto un intero territorio, offrendo in questa parte del varesotto la possibilità di godere di una cucina creativa senza orpelli bensì di appagante concretezza.

La sorpresa è garantita, come la soddisfazione.

Info: https://pazzescofood.it/

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑