Google+

Relanghe, in Piemonte dolci dalla Nocciola più buona del mondo

Pubblicato il: 10 marzo 2016 alle 5:44 pm

relanghe in piemonte dolci nocciola 1

La più buona del mondo: alla Relanghe non temono smentita sul primato planetario della Nocciola del Piemonte.

Tanto da affermarlo a lettere cubitali anche sul sito dell’azienda, la quale ci tiene a far sapere che “noi usiamo solo quella”.

relanghe in piemonte dolci nocciola 2

Come potrebbe essere altrimenti se ti trovi in provincia di Cuneo? Una zona miracolata dalla Natura, la quale ha già donato spontaneamente al territorio tartufi e marroni di prima qualità, ma che sulla nocciola ha costruito buona parte della sua leggenda.

Una varietà il cui nome per esteso sarebbe Tonda Gentile Trilobata, definizione mutuata in buona parte dalla sua particolare morfologia, ma che la più pragmatica burocrazia ha sintetizzato in Nocciola Piemonte I.G.P..

relanghe in piemonte dolci nocciola 3

Comunque la si voglia chiamare, è sempre una squisitezza che si presta magnificamente alla realizzazione di dolci.

Lo sa bene la famiglia Ceretto, prestigiosa dinastia albese che ha costruito un impero del gusto sul vino, la ristorazione (suo il noto Piazza Duomo di Alba), il mecenatismo artistico, ma anche sulla produzione dolciaria.

relanghe in piemonte dolci nocciola 4

Quest’ultima avviene sotto l’egida di Relanghe, marchio che ama definirsi “tradizionale, artigianale e di piccole dimensioni, tale per cui ci piace chiamarla Bottega”: modestia apprezzabile per una realtà che ha conquistato un elevatissimo numero di gourmet.

relanghe in piemonte dolci nocciola 5

Alla base c’è il rigore: Relanghe controlla l’intera filiera, a partire dal frutto, visto che i noccioleti sono di proprietà. Noccioleti che si trovano sulle colline di Langhe, Roero e Monferrato, ovvero luoghi che recentemente l’Unesco ha inserito nel Patrimonio dell’Umanità. Da qui parte una filiera sostenibile, poiché si tratta di agricoltura biologica, dichiaratamente attenta alla salvaguardia del suolo e al rispetto della natura.

Una volta raccolta, la materia prima viene interamente lavorata nella bottega di Castellinaldo (CN), dove parte della lavorazione avviene ancora a mano, come la cernita di ogni singola nocciola e perfino il confezionamento.

relanghe in piemonte dolci nocciola 6

Visitando la struttura, si avverte un clima di reale sentita familiarità: persone appassionate e sorridenti che mostrano un forte legame tra loro, pronto a concretizzarsi in maniera spettacolare all’ora di pranzo, quando tutti, ma proprio tutti, insieme, stendono il torrone della giornata, coccolando come un figlio l’impasto che ha riposato per ore, facendo legare gli ingredienti con la stessa armonia che ha chi lo crea.

relanghe in piemonte dolci nocciola 7

Ingredienti usati con attenzione anche per la salute, visto che tutti i dolci della Relanghe sono senza glutine.

Risultato, una serie di prodotti eccezionali, in grado di piacere perfino a chi non stravede per i dolci.

relanghe in piemonte dolci nocciola 8

Oltre al citato torrone in varie declinazioni, tra cui quello friabile di Alba, la Relanghe realizza anche Tartufi e Dragées in tante versioni, la linea Flor de Cana di delizie con zucchero di canna dell’Ecuador non raffinato (buone da non credere, garantiamo), oltre alla semplice (si fa per dire…) Nocciola Piemonte I.G.P. Tostata, Salata e Glassata.

relanghe in piemonte dolci nocciola 10

Capolavoro assoluto, la Torta di Nocciole da ricetta di Enrico Crippa, chef star mondiale che in questo caso ha giocato semplice (sempre per modo di dire…), sfornando una prodezza dolciaria totalmente priva di farina, ma piena di gusto all’inverosimile. Sulla confezione, un intarsio grafico che riproduce la stilizzazione di una nocciola, inscrive nel suo cuore una dedica ai bambini della famiglia Ceretto: Riccardo, Anita, Alice, Alma, Viola e Tommaso.

relanghe in piemonte dolci nocciola 11

In questo gesto piccolo ma di grande sincera umanità, è riassunta tutta la dolcezza che scaturisce da Relanghe.

Relanghe: www.relanghe.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑