Google+

Soppressata di Gioi, Presidio Slow Food della Campania

Pubblicato il: 23 gennaio 2019 alle 3:00 pm


soppressata di gioi slow food 1

E’ dalla prima metà dell’800 che si parla della soppressata di Gioi non soltanto per il gusto ma anche per la sua particolare tecnica di produzione: “infatti è l’unico salame campano lardellato, una tecnica che si ritrova ad esempio in Abruzzo”, la quale prevede la lavorazione di parti pregiate del suino come “filetto, coscia, lombo e spalla, accuratamente mondate di tutte le cartilagini e dei nervetti”, sminuzzate finemente e condite “con sale, pepe e, in certi casi, peperoncino e finocchietto”.

La sua versione autentica si produce soltanto nel circondario di Gioi, in provincia di Salerno., con il sostegno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Ci illustra questa specialità Raffaello Palladino.

Info: www.fondazioneslowfood.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , ,



L'autore


Back to Top ↑