Google+

Soste di Ulisse, sei nuovi hotel e ristoranti di Sicilia in Guida

Pubblicato il: 24 maggio 2019 alle 3:00 pm

Guida, convegno e nuovi soci per Le Soste di Ulisse, la guida alle eccellenze di ristorazione e accoglienza di Sicilia, ospitati al Grand Hotel Minareto di Siracusa con i quarantuno associati, ospiti media e sponsor.

Padrone di casa, il presidente del Direttivo Pino Cuttaia. Le Soste di Ulisse sono partner di Identità Golose Hub Milano che ospita le cene a più mani dei suoi chef. Ristoranti stellati e di grande livello e storia, hotel di charme con cucina all’altezza sono i punti di forza di un’associazione inclusiva ed esclusiva. La miglior guida per chi vuole visitare la Sicilia facendo tappa nella sua rete di eccellenza.

Entrano in Guida due hotel e quattro ristoranti Il Grand Hotel Minareto di Siracusa, un Luxury Resort sul mare con vista sull’isola di Ortigia e l’Hotel Monaci delle Terre Nere di Zafferana Etnea (CA), boutique hotel diffuso in un’antica tenuta alle pendici dell’Etna, con orti, vigne e cantina. Il ristorante Vicari di Noto (SR) dello chef patron Salvatore Vicari, Terrazza Costantino di Sclafani Bagni (PA) dello chef patron Giuseppe Costantino, Cortile Pepe di Cefalù (PA) guidato da Toti Fiduccia, in cucina lo chef Giovanni Lullo, il Modì di Torregrotta (ME) guidato dallo chef Giuseppe Geraci e Alessandra Quattrocchi.

Molti di loro giovani, ma con esperienza, contemporanei, con i piedi nella terra e nel mare. Hanno collaborato all’evento oltre trenta tra chef e pasticceri, 15 cantine.

Nominati i nuovi ambasciatori de Le Soste di Ulisse Salvo Ficarra e Antonio Cannavacciuolo, consegnato il Premio Ulisse all’attore statunitense Aziz Ansari.

Fra gli ospiti, Filippo La Mantia, Chicco Cerea, Davide Scabin, Vladimir Mukhin e Nino Graziano.

 

Info: https://lesostediulisse.it/la-sicilia/

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 20 aprile 2019

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑