Google+

Specialmente… a Custonaci (Trapani): luoghi da vedere

Pubblicato il: 25 agosto 2018 alle 7:00 am

Custonaci, la futura città-fenomeno del turismo siciliano

spec Custonaci-1-intro 1

Preparatevi, è questione di poco: Custonaci sta per diventare il nuovo fenomeno del turismo in Sicilia e non soltanto.

E’ un concentrato di potenzialità impressionante: dal relax all’approfondimento culturale, dal piacere della gola allo sport più impegnativo, è in grado di accontentare tutti i desideri di chi viaggia.

spec Custonaci-1-intro 2

In passato ha pagato un deficit di notorietà e un ritardo di organizzazione, ma sta rapidamente recuperando su tutti i fronti.

Se fino a ieri ha faticato a emergere a causa della concorrenza dei vicini di San Vito Lo Capo, oggi la tendenza appare invertita.

spec Custonaci-1-intro 3

E’ prevedibile quindi una perentoria ascesa della cittadina in provincia di Trapani tra le mete più richieste, anche grazie a costi per adesso decisamente più contenuti rispetto alle attuali star del turismo di massa.

Tra i tanti elementi a favore di Custonaci, l’accoglienza.

spec Custonaci-1-intro 4

A partire da quella della Pro Loco, gestita con rara competenza enciclopedica da Renato Bica: potrete testarne la preparazione e la capacità di divulgazione in questo speciale, dove illustra in maniera brillante i luoghi più significativi del territorio in cui ci ha accompagnati.

Ma prima di incontrare lui, facciamo un salto all’Ufficio Informazione ed Accoglienza Turistica di Custonaci: c’è una storia sorprendente da raccontare…

spec Custonaci-1-intro 5

 

L’ufficio turistico del Comune di Custonaci, il migliore d’Italia

spec Custonaci-2-ufficio turistico 1

Il migliore Ufficio Informazione ed Accoglienza Turistica di tutta Italia si trova in un piccolo comune della provincia di Trapani che non smette mai di stupire: Custonaci.

Un grande plauso per questo primato va a chi gestisce l’ufficio turistico del Comune di Custonaci, in via Cornino 1: si chiama Nicolò Reina e la sua abnegazione ci ha profondamente commossi.

spec Custonaci-2-ufficio turistico 2

E’ mosso da una passione sconfinata verso il proprio lavoro e un amore ardente per la sua città, motivazioni che si traducono nel migliore ufficio turistico di un Comune mai visto in tutta Italia.

Tutte le pareti dell’ufficio sono tappezzate non di banali manifesti di circostanza, bensì di documenti che forniscono informazione davvero utili.

spec Custonaci-2-ufficio turistico 3

Ogni stanza contiene curatissime esposizioni di materiali: oggetti che raccontano il Territorio, molti quelli pregevoli e alcuni anche rari, frutto di una lunghissima ricerca e di un approfondito studio di ogni aspetto della vita della comunità.

spec Custonaci-2-ufficio turistico 4

Sono esposti perfino dei campioni delle tipologie di marmo di cui la città è tra i principali centri estrattivi al mondo.

spec Custonaci-2-ufficio turistico 5

Non mancano esempi di artigianato locale…

spec Custonaci-2-ufficio turistico 6

… manufatti…

spec Custonaci-2-ufficio turistico 7

… e opere d’arte.

spec Custonaci-2-ufficio turistico 8

E poi, una valanga di fotocopie che sono un tesoro culturale su storie e tradizioni locali, le più gettonate delle quali sono quelle che contengono decine di ricette, ricavate dai libri ma anche dal racconto diretto degli abitanti della zona.

spec Custonaci-2-ufficio turistico 9

Si possono trascorrere delle ore in questo ufficio, in preda all’entusiasmo della scoperta, esattamente come potrebbe avvenire in una grande biblioteca o in un ricco centro culturale.

Reina dovrebbe essere indicato come esempio a tutti gli amministratori locali che si occupano di turismo: se i funzionari fossero tutti così, vivremmo in un Paese più efficiente e perfino più ricco, perché i servizi che funzionano sono il primo strumento di promozione possibile.

spec Custonaci-2-ufficio turistico 10

I turisti che passano da Custonaci si sono accorti di questo ufficio e lo vivono con familiarità, tornandoci più volte durante il soggiorno, come è accaduto anche a noi.

Tra le tante qualità di Reina, ci sono anche quella della modestia e della discrezione: quindi ha preferito non farsi intervistare. Ma a parlare per lui è l’ambiente vivo e funzionale che ha creato: lo abbiamo filmato per farlo conoscere a tutti.

Info: www.custonaci.tp-net.it

Telefono: 09231961003 ; 3666629966
E-Mail: ufficioturistico@comune.custonaci.tp.it

 

Custonaci (Trapani), le bellezze architettoniche e ambientali

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 1

Il giorno in cui in tanti ne conosceranno l’esistenza, Custonaci potrebbe diventare la meta più ambita del turismo siciliano. Poche città hanno un territorio che possa vantare la varietà di attrazioni di cui dispone questo centro di soli cinquemila abitanti in provincia di Trapani.

Mare e monti, natura e cultura, ristoranti di pregio e street food goloso, qui non manca proprio nulla e tutto è al massimo livello di soddisfazione.

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 2

Definita giustamente città internazionale dei marmi, visto che possiede il secondo bacino d’Europa di questo prezioso materiale, è destinata sempre più a trasformarsi in città turistica da vivere tutto l’anno, visto che oltre a un mare splendido l’offerta di Custonaci comprende anche iniziative invernali come il presepe vivente allestito nella Grotta Mangiapane.

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 3

A Custonaci ci credono in molti, tanto che ormai può considerarsi lanciato il guanto di sfida alla confinante San Vito Lo Capo, regina delle presenze verso la quale i comuni limitrofi hanno sofferto una sorta di complesso di inferiorità.

Ma le cose stanno cambiando. Abbiamo registrato di persona i pareri di diversi turisti che hanno preso a preferire decisamente la più tranquilla Custonaci alla San Vito Lo Capo che d’estate viene invasa dalla movida.

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 4

Basta fare un giro nella Baia di Cornino per comprendere quali potenti argomenti possa vantare Custonaci per attirare un numero sempre maggiore di visitatori.

Anche il centro urbano regala emozioni: su tutto, il Santuario dedicato a Maria SS. di Custonaci, antecedente al ’500…spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 5

…  quindi il Belvedere..

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 6

… ovvero i Giardini Angelo Messina, pregevoli già per il loro arredo naturale…

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 7

… inarrivabili per la vista che offrono.

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 8

Fate attenzione a non perdere i tanti dettagli dislocati nella zona.

Dalle elegantissime rifiniture in marmo della pavimentazione stradale

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 9

… agli scorci di meraviglia che si aprono tra un tornante e l’altro appena fuori città.

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 10

Pure una semplice viuzza riparata però qui è toccata dalla grazia…

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 11

… e che la si guardi da un punto elevato…

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 12

… o da uno più basso…

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 13

… in questa città c’è sempre un dettaglio che appaga la vista.

spec Custonaci-3-bellezze architettoniche 14

Vi ci portiamo noi, per qualche minuto, tra le bellezze di Custonaci.

Info:  www.custonaci.tp-net.it

www.prolococustonaci.it

 

La Grotta Mangiapane a Custonaci, viaggio nella Sicilia di un tempo

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 1

Preistoria, Archeologia, Antropologia, Storia antica e moderna, Folklore, Tradizioni religiose, Natura, sono innumerevoli le discipline che occorre interrogare per spiegare l’enorme fascino della grotta Mangiapane, a Custonaci, in provincia di Trapani.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 2

Un tempo sommersa dalle acque, come testimoniano i fossili marini che conserva al suo interno, una volta venuta in superficie è stata eletta a luogo di dimora collettiva dall’Uomo che la abita fin dal Paleolitico.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 3

Da sempre luogo di riparo e coesistenza rurale per uomini e animali, nei tempi recenti assume il nome di Mangiapane mutuandolo dalla famiglia che ha abitato la grotta fino ai primi anni ’50…

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 4

… prima che un gruppo di cittadini illuminati ne comprendesse anche il valore culturale e la trasformasse in un imperdibile luogo da visitare.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 5

Il complesso che si sviluppa intorno alla grotta Mangiapane, la più grande e significativa delle Grotte di Scurati, tra l’800 e il ’900 era stato trasformato in un borgo abitato.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 6

Una volta abbandonato, ha serbato tracce di attività umane e artigianali oggi pressoché scomparse, assurgendo allo status di luogo della Memoria di grande valore testimoniale.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 7

Un’associazione culturale della zona ha avuto la felice intuizione di rendere fruibili al pubblico botteghe e dimore del borgo, ricreando così il piccolo mondo antico che si sviluppava intorno alla grotta.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 8

A diffonderne la notorietà della grotta, l’idea di ambientarvi un presepe vivente che attira le folle nel periodo natalizio (www.presepeviventedicustonaci.it), nonché l’essere stata location di alcune puntate della fiction Il commissario Montalbano.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 9

Sul posto, si viene accolti dall’esuberante istrionismo di Andrea Oddo, sempre pronto a raccontare la storia della Grotta Mangiapane ai visitatori: lo abbiamo filmato all’opera.

Fornai, cardatori, barbieri…

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 10

… osti…

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 11

… ciabattini…

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 12

… intagliatori, falegnami, vignaioli…

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 13

non c’è mestiere antico che non sia stato svolto nel borgo della Grotta Mangiapane: questi luoghi di lavoro sono stati restaurati e riallestiti in funzione didattica, per consentire ai visitatori di immaginare le attività che vi si svolgevano.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 14

Tra gli ambienti più grandi, quello che ospita l’intero ciclo della produzione dell’olio, con un antico frantoio ancora funzionante.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 15

Ad alimentare l’autenticità del sito, alcuni animali da cortile che vi vivono in pacifica coesistenza con il passaggio dei turisti.

spec Custonaci-4-grotta mangiapane 16

Abbiamo raccolto appunti visivi della lunga ma affascinante visita a questo singolare sito: ve li offriamo nel video che segue.

Info: www.prolococustonaci.it

 

La Riserva Naturale del Monte Cofano, nel trapanese

spec Custonaci-5-riserva naturale monte cofano 1

Uno dei paradisi di chi ama la natura e il trekking: la Riserva Naturale Orientata del Monte Cofano, nel cuore del trapanese, è solcata da percorsi di ogni genere per consentire a tutti di potersi immergere in un ambiente incontaminato di grande suggestione paesaggistica, secondo le proprie capacità di resistenza fisica.

spec Custonaci-5-riserva naturale monte cofano 2

“Istituita nel 1997 con lo scopo di proteggere l’interesse geomorfologico e floristico del Monte Cofano” informa la Pro Loco di Custonaci, è “caratterizzata da una costa bassa e rocciosa con spiaggette ciottolose e falesie a strapiombo sul mare e dalla presenza di più di 300 specie di piante di cui molte di esse rarissime”, ma va segnalata pure la “presenza di molte specie di uccelli come il corvo imperiale, il gabbiano comune e il falco pellegrino ma anche di molti mammiferi come l’istrice, il coniglio e la volpe”.

spec Custonaci-5-riserva naturale monte cofano 3

Tutto questo si dipana lungo il Monte Cofano, abitato già nel neolitico, il quale dispensa reperti preistorici composti da resti di animali e tracce di insediamenti.

spec Custonaci-5-riserva naturale monte cofano 4

La principale fonte di attrazione è però il “paesaggio che si ammira dalla vetta del monte

spec Custonaci-5-riserva naturale monte cofano 5

… raggiungibile attraverso un percorso che parte dal settecentesco baglio Cofano posto sul versante nord del rilievo, fino a giungere dopo un’avventurosa salita alla cima del monte”.

spec Custonaci-5-riserva naturale monte cofano 6

Siamo andati a visitare la riserva guidati da uno che la conosce benissimo, Renato Bica della Pro Loco di Custonaci.

Info: www.prolococustonaci.it

 

I bagli, affascinanti antichi spazi tipici del trapanese

spec Custonaci-6-bagli 1

Bahah in arabo vuol dire cortile e sarebbe questa la radice del termine bagli con cui vengono denominate delle “strutture rurali fortificate” che caratterizzano il territorio trapanese.

“Costruzione nata principalmente per soddisfare i bisogni dei lavoratori delle parecchiate agricole e dei proprietari che curavano i propri interessi”, spiega il sito della Pro Loco di Custonaci, “il baglio presenta generalmente una struttura con un portone d’ingresso, con pareti in tufo o in muratura di pietra incerta e pavimentazione costituita in lastre di pietra sistemate a disegno geometrico”.

spec Custonaci-6-bagli 2

Il baglio è un edificio completo in ogni sua parte”, scrive Giuseppe Bica nel volume I beni culturali e ambientali della Riviera dei Marmi, in cui ne fa risalire la diffusione alla fine del XVII secolo: “consentiva, infatti, l’autosufficienza non solo dal punto di vista economico, ma anche da quello sociale”, “concepito per supplire alla notevole distanza che solitamente lo divideva dai centri maggiori” e per “soddisfare i bisogni di chi ivi lavorava e viveva”.

spec Custonaci-6-bagli 3

E’ in questo contesto architettonico che si collocano la casa padronale e il deposito degli attrezzi, i carretti e il dormitorio per gli operai, pozzi e stalle, chiesette e palmenti, facendone autentici spazi multifunzionali.

Un microcosmo di operosità capace però di assumere anche fascino estetico, tanto che oggi i bagli risultano interessanti pure dal punto di vista turistico, come dimostrano i cartelli dislocati nel territorio dell’Agro Ericino che ne ospita diversi.

spec Custonaci-6-bagli 4

Luoghi belli da vedere e con tanta Storia da raccontare, come ci spiega Renato Bica, Presidente della Pro Loco di Custonaci, centro del trapanese ricco di bagli.

Tra i bagli più noti della zona e maggiormente frequentato dai visitatori, c’è il Baglio Cofano, ubicato sull’omonimo monte nel territorio di Custonaci.

spec Custonaci-6-bagli 5

Oggi alcuni degli edifici del baglio sono oggetto di recupero strutturale da parte di alcuni privati innamorati di questa tradizione architettonica, attirati anche dalla natura circostante e dal panorama.

spec Custonaci-6-bagli 6

Abbiamo visitato il baglio di Monte Cofano ancora con Renato Bica.

Info: www.prolococustonaci.it

 

La Palma Nana, materia prima dell’artigianato trapanese

spec Custonaci-7-Palma Nana 1

Se vi doveste trovare nel trapanese, vi capiterebbe certamente di vedere diversi prodotti dell’artigianato locale frutto di un sapiente intreccio manuale

spec Custonaci-7-Palma Nana 2

… come “le cosiddette coffe (borse), i scupazzi (scope impiegate per il forno a legna), le corde (prevalentemente impiegate per stendere i panni ed in passato impiegate anche per riempire i fondi delle sedie)”, mentre un tempo si trovavano anche “zerbini (tappetini ovali) e zimmili (grandi tasche, solitamente due, sistemate sui muli che servivano per il trasporto di merce)”.

spec Custonaci-7-Palma Nana 3

Si tratta di prodotti “realizzati mediante l’intreccio della curina ricavata dalla giummarra, ovvero la palma nana, pianta che con la sua sagoma ammaliante caratterizza l’ambiente naturale della provincia di Trapani.

Ce la racconta Renato Bica, presidente della Pro Loco di Custonaci.

Info: www.prolococustonaci.it

 

Le cave di marmo di Custonaci

spec Custonaci-8-cave di marmo 1

Custonaci possiede il secondo bacino marmifero più importante del mondo, dopo quello di Carrara: si può ben comprendere quindi quanto sia importante la lavorazione del marmo in questo centro della provincia di Trapani che conta poco più di cinquemila abitanti.

spec Custonaci-8-cave di marmo 2

Se le cave di marmo rappresentano la risorsa principale per l’economia locale, non meno significativa è la loro incidenza sul paesaggio: il territorio di Custonaci infatti è profondamente segnato dal biancheggiare delle pareti marmoree a cielo aperto, le quali contribuiscono a donare un fascino unico a una zona già ricca di pregi visibili.

spec Custonaci-8-cave di marmo 3

Il sito della Pro Loco locale individua a partire dal 1500 “le prime testimonianze dell’attività estrattiva nel bacino di Custonaci”: da qui sono partiti materiali che hanno la basilica di San Pietro a Roma, la cappella medicea di Firenze e i duomi di Pisa, Lucca e Arezzo. Oggi l’80 % del marmo estratto in queste cave viene esportato all’estero.

spec Custonaci-8-cave di marmo 4

Suggestiva la lavorazione che avviene ancora attingendo alla sapienza ingegneristica degli antichi Romani, integrata dall’esperienza tecnologica accumulata nei secoli: tuttavia rimane sempre lavoro incentrato sulla fatica e sulla perizia tecnica.

spec Custonaci-8-cave di marmo 5

La qualità di marmo che ha reso famosa Custonaci è il Perlato di Sicilia, “caratterizzato da un fondo avorio chiaro con tonalità più o meno scure e con screziature bianche che si ricava principalmente nella zona a sud-est del Monte Cofano”. Tra le altre varietà ci sono il Perlatino di Sicilia, il Botticino, il Libeccio, il Brecciato e l’Avorio venato.

Abbiamo documentato parte del lavoro che si svolge in una cava di marmo di Custonaci.

Info: www.prolococustonaci.it

 

La pila in pietra, tipico lavabo siciliano

spec Custonaci-9-pila in pietra 1

Una pila di pietra non poteva mancare in nessuna casa siciliana, prima dell’avvento della lavatrice e degli elettrodomestici: serviva per lavare i panni, ma era utilizzata anche per tutti quei lavori di pulitura impegnativi che comportavano il rischio di insozzare l’ambiente casalingo. Infatti, quando possibile, venivano collocate fuori casa.

spec Custonaci-9-pila in pietra 2

Questo lavabo profondo lo si trova ancora in diverse case della Sicilia: nel territorio di Custonaci la pila viene realizzata con il marmo estratto dalle cave del territorio, come ci spiega Renato Bica della Pro Loco.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,



L'autore


Back to Top ↑