Google+

Straordinario il Fud a Milo (CT), vino incluso

Pubblicato il: 21 settembre 2018 alle 3:00 pm

Ci vediamo il 12 a Milano. Il catanese Andrea Graziano di Fud, ma soci palermitani, firma Straordinario con Marco Nicolosi e Barbara Liuzzo del Barone di Villagrande, l’evento dell’estate sull’Etna a Milo.

Selezione di chef, cuochi e cibo di strada, cantine abbinate, Filippo Lamantia e i suoi spaghetti di mezzanotte.

Poi Graziano torna sui Navigli a Fud Milano, “un successo incredibile e mi avevano detto che d’estate la città era vuota”. Location spettacolare e piatti buonissimi, grandi vini, materia prima straordinaria. Che prima o poi vedremo anche a Fud Milano.

Accursio Capraro firma con la resident chef Giulia Carpino Pane, cipolla e fegato, Pino Raciti di Zash un supremo pane cunzato, Massimo Giaquinta di Cortile Arabo a Marzamemi un Cappuccino di Pomodoro che nasconde un gambero rosso. Alfio Visalli la sua Fico Bianca “Ammuttunata” dove il tonno nuota sempre. Lina Castorina dei 4 Archi il suo Budino d’Asina, Chorba di Valentina Chiaramonte di Fudoff con la zuppetta di pesce e cozze e Burgur (clamorosa). Tony Lo Coco e il Panino allo sfincione palermitano. La sasizza aperta con i peperoni della Macelleria Sciuto vale un nitrito.

Grandi le bollicine, 7 anni sui lieviti dello storico Scamacca di Murgo, meravigliosa la vigna vecchia, “tutto quello che c’è, bacche rosse e bianche” di Salvo Foti, nel versante Etna Sud di Bronte.

La mitica porchetta di suino nero dei Nebrodi cotta alla brace da Giuseppe Oriti. I formaggi di Bubbalus, la mortadella d’asino di Massimo Castro.

Mi scuso con gli altri, buonissimi tutti.

Interessante wine pairing con le cantine Barone di Villagrande, Barone

Beneventano, Benanti, I Vigneri di Foti, Cantine Russo, Quantico, Scilio e altre che non ho potuto degustare.

 

Info pagina Facebook: Straordinario

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 1° settembre 2018

 

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑