Google+

Sweety of Milano, impara, assaggia e compra con i grandi pasticceri

Pubblicato il: 11 settembre 2018 alle 3:00 pm

Vive l’Italie. Con l’arrivo di Iginio Massari in piazza Diaz, Milano risponde allo sbarco delle firme francesi e Sweety of Milano, il 15 e 16 settembre alle Stelline, è per il quarto anno il palcoscenico per i grandi pasticceri italiani.

Un format che permette di gustare, comprare, imparare divertendosi, dalle masterclass allo spazio per i più piccini. Due giorni in cui 25 Grandi Maestri presentano 100 creazioni, da assaggiare e acquistare, un confronto incontro declinato in oltre 60 appuntamenti, fra laboratori, academy e masterclass, dove si può scegliere fra l’esperienza gourmet e i corsi per apprendere dalle tecniche di base della pasticceria, trucchi e segreti.

L’area degustazioni permetterà di assaggiare, sotto la guida dei Maestri Pasticceri, i prodotti prima di passare  all’area vendita. Dei veri e propri percorsi esperienziali, mentre gratuiti sono i laboratori di Sweety Academy dedicati a prodotti e attrezzature, solo su prenotazioni sono invece le Masterclass.

Sweety baby è una vera e propria scuola di pasticceria per i più piccoli con i carachter dei Minions, l’area relax e il luogo dove consumare e decantare la propria esperienza, magari con un buon caffè.

Sabato trendy con il pastry pairing di Nicolò Montella e i cocktail del bartender Cristian Lodi.

Ma i protagonisti dell’evento organizzato da italiangourmet saranno, fra gli altri, Iginio Massari, Sal De Riso, Ernst Knam, Luigi Biasetto, Alfonso Pepe, Gino Fabbri, Maurizio Santin, Omar Busi, Stefano Laghi, Gianluca Fusto, Giancarlo Perbellini, Galileo Reposo. Con proposte creative accanto ai classici, torte (anche alle tagliatelline) e frolle, semifreddi e profiterole, crostate e biscotti, gelati,  arancini, sfogliatelle, cioccolato, babà e cannoli. Macaron salati e crumble al basilico e olio. Grissini e Sandwich. Dolce e salato, fughe dalla cucina al dessert. Scomposizioni e scelte audaci.

Sweety è importante perché con altri eventi dedicati alla grande pasticceria, dal cioccolato al panettone, pone Milano al centro del movimento italiano, completando senza entrare in competizione le storiche fiere di settore.

Qui si parla di eccellenze, di masterclass e percorsi esperienziali, della possibilità di gustare e comprare le creazioni dopo aver visto i Maestri all’opera. E’ diverso.

 

Info: https://sweety.italiangourmet.it/

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno dell’8 settembre 2018

 

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑