Google+

Tavola democratica e menu a 25 euro per Under 25 in molti ristoranti Jre

Pubblicato il: 31 gennaio 2019 alle 3:00 pm

Tavola democratica, dalle trattorie evolute e gourmet agli stellati che vogliono arrivare a tutti gli appassionati, anche giovani, di food & wine. E’ la mission del progetto tavola#25, la Grande Cucina dei Jre per gli Under 25.

I Giovani Ristoratori Europei lo avevano annunciato al XXV Congresso Nazionale e da un mese la campagna promozionale che avvicina i giovani alla cucina d’autore abbattendo la barriera del prezzo, è realtà.

Un’idea che nasce in occasione del venticinquesimo compleanno dell’associazione con la partnership di Tenute Marchesi Antinori e consente a giovani maggiorenni ma Under 25 di prenotare ogni sera un tavolo fino a 4 ospiti in uno dei ristoranti che aderiscono al progetto.

Il menu di tre portate è abbinato a tre vini Marchesi Antinori a cura dei sommelier e costa 25 euro a persona fino al 25 marzo. “molto spesso i giovani commentano con un po’ di distacco le esperienze degli appassionati di fine dining – spiega il presidente Jre Italia Luca Marchini – e si fermano ad una critica sommaria del conto che considerano pesante rispetto ad altre esperienze magari più informali; con questa iniziativa vogliamo consentire ai più curiosi di loro di rendersi conto di cosa significa dedicarsi un paio d’ore in una Casa dedicata al cibo e al vino: prendersi del tempo, rilassarsi, assaggiare cose eccellenti nel piatto e nel bicchiere, farsi viziare un po’ ad un costo indiscutibilmente popolare, tenuto conto dei contenuti offerti”.

Jre ha anche una pagina web con nomi e indirizzi dei ristoranti aderenti all’iniziativa: https://tavola25.it/.

 

Info: https://www.jre.eu/it/notizie-1/notizie/view/374/tavola25-la-grande-cucina-jre-per-gli-under-25

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 12 gennaio 2019

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑