Google+

Tecnologia Modbar e La Marzocco per l’espresso della gelateria Bedussi

Pubblicato il: 22 gennaio 2019 alle 3:00 pm

La famiglia del gelato, del dolce e del salato a Brescia. Un mondo del gusto trasversale, artigianale, con una ricerca della materia prima che è competenza e passione, costruito passo dopo passo nel loro piccolo Bedussi Building.

I lievitati preferiti da Enrico Crippa e il ricordo di un primo incontro entusiasmante fra cucina, pizza e gelato, già famosi come la pasticceria. Solo che i Bedussi non si fermano e arriva in gelateria l’esclusiva macchina del caffè Modbar Espresso AV (https://modbar.com/introducing-modbar-espresso-av/).

E’ la macchina da caffè under-counter realizzata e venduta in partnership con La Marzocco.

Permette di estrarre il caffè alla temperatura e pressione desiderate dal barista: la temperatura viene regolata con una sonda che permette di avere grande stabilità termica in modo da non rovinare ottimi caffè, lo Steam System permette di cambiare la pressione, il sistema Pour-Over è utilizzato per le preparazioni di caffè a filtro (memorizza fino a 25 ricette diverse accessibili mediante un tasto e modula il flusso d’acqua in modo da adattarlo al metodo di estrazione).

Per farvi capire le frontiere tecnologiche del caffè 4.0.

Paolo Bedussi: “l’ho scelta per far capire al cliente un modo nuovo di degustare il proprio espresso. Modbar si potrà ammirare in funzione, in tutti gli stadi della preparazione del caffè”.

Nel frattempo Bedussi entra nella Guida Pizzerie del Gambero Rosso con un punteggio di 87 punti su 100, conferma i tre chicchi e tre tazzine della Guida ai Bar d’Italia sempre del Gambero Rosso. E la presenza sulle guide de L’Espresso e Identità Golose.

Info: http://www.bedussi.it/  

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 10 novembre 2018

 

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑