Google+

Tutti contadini in casa con Piccolo Orto Bio di Rustichella d’Abruzzo

Pubblicato il: 18 luglio 2018 alle 3:00 pm

Maestri pastai famosi nel mondo, appassionati d’arte, sostenitori di una filiera corta in Abruzzo fra i contadini che producano il grano Senatore Capelli, inventori della pasta moderna e sperimentatori in azienda. Ma anche promotori di straordinarie cene futuriste con chef pop artist e la pasta che cuoce in due minuti.

Rustichella d’Abruzzo ama giocare con l’educazione alimentare e il progetto di ampliare la linea Zerotre segue questa idea con il Piccolo Orto Bio, un kit per avvicinare i più piccoli al consumo di ortaggi e verdura. Maria Stefania Peduzzi, titolare dello storico pastificio abruzzese, mamma e una maestra attenta, ha avuto l’idea di mettere l’orto in scatola, così “è possibile realizzare in pochi e semplici passi un mini orto sul proprio balcone o nel giardino di casa”.

Scoprirsi con l’aiuto di amici e genitori piccoli contadini.

Basta il kit con tre vasetti biodegradabili; tre segna-piante; tre bustine di semi (carota, basilico e rucola); tre dischetti in torba biologica e un “ricettario” della semina. Il “Piccolo Orto Bio” si acquista solo su www.casarustichellain.com al costo di 15 euro.

E Zerotre è un percorso di educazione alimentare dedicato ai bambini, di età compresa tra gli 0 e i 3 anni, e alle loro mamme, per rendere l’alimentazione il più completa possibile fin dall’infanzia con prodotti Bio, dalle pastine 03 ai condimenti.

All’impasto delle pastine di semola di grano duro 100% bio vengono aggiunte puree di frutta e di verdura, fresche e non liofilizzate.

Un’idea buona.

 

Info: https://casarustichellain.com/shop/linea-03/orto-bio/

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 30 giugno 2018

 

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑