Google+

Vai di pizza! a domicilio nel varesotto con i capolavori di Beppe Rocca

Pubblicato il: 16 aprile 2020 alle 7:00 am

Il maestro Beppe Rocca sta furoreggiando su YouTube dove il suo tutorial per imparare a impastare la pizza ha ampiamente superato tre milioni di visualizzazioni attestandosi tra i più visti in assoluto (http://www.storienogastronomiche.it/fare-la-pizza-a-casa-regole-e-segreti-per-un-impasto-perfetto/), ma nel mondo reale ai clienti del locale Vai di pizza! che gestisce con la moglie Palmira Meoli a Solbiate Olona in provincia di Varese mancavano tantissimo i suoi capolavori da asporto, dopo un inevitabile periodo di chiusura che per fortuna è terminato, perché la pizzeria ha istituito un servizio di consegna a domicilio che da subito è esploso nel gradimento degli utenti.

Inizialmente da Vai di pizza! sono riusciti a coprire con il servizio il comune di Solbiate Olona e le parti limitrofe di Olgiate Olona e Fagnano Olona, ma i clienti di alcune zone un po’ più lontane si sono organizzati per fare ordini collettivi che giustifichino un tragitto di consegna più lungo;  comunque si può sempre chiamare il numero 0331640993 per chiedere se il proprio territorio sia raggiungibile.

E’ contenuto in un post su Facebook del 18 marzo scorso l’annuncio atteso dai tantissimi affezionati della pizzeria: “Stasera si riparte! Dopo questo periodo di stop e dopo molte valutazioni, abbiamo deciso di ricominciare a sfornare. Naturalmente con tutte le precauzioni del caso per tutelare la salute dei nostri clienti e la nostra, quindi si potrà ordinare telefonicamente e concordare l’ora approssimativa in cui ti consegneremo a casa pizze e pagnotti!”.

Lo stesso post avvertiva che “come si può immaginare non sarà semplice trasferire, anche se temporaneamente, su gomma l’intera produzione, ma ci siamo attrezzati, al fine di aiutare a sconfiggere la pandemia e mantenere un servizio che in questi tempi pesanti possa portare a casa tua anche qualche sorriso”. Invece i timori sono stati fugati e il servizio ha preso a funzionare a meraviglia, tutto ristretto a un’ammirevole autentica e necessaria conduzione familiare dove Beppe sforna il prodotto e Palmira si prodiga nel consegnarlo,  in entrambi i casi con l’appassionata collaborazione delle figlie Maddalena e Angelica e dei collaboratori Eleonora e Roberto.

Sappiamo per esperienza diretta di lampi di autentica felicità in clienti che hanno potuto riassaggiare la pizza di Beppe e Palmira dopo il periodo di chiusura e, sarà suggestione, ma pure a chi scrive il prodotto appare ancora più buono del passato, anche se il maestro si schermisce attribuendo il merito alla stagione in corso nella quale le caratteristiche organolettiche di certi grani si esaltano e conferiscono sentori più intensi agli impasti.

Dovendo badare all’essenziale, in questo periodo sono meno frequenti le invenzioni di nuove ricette di pizza, un’occasione allora per (ri)scoprire i classici sempre in carta nel menu, apparentemente più semplici negli accostamenti e invece formidabili nel gusto…

… ci hanno strabiliati in questi giorni di consegna a domicilio Piattone e pancetta (pomodoro, mozzarella, formaggio valtellinese Piattone, pancetta che si può richiedere anche nella versione croccante), Limonlimonero (pomodoro, succo di limone, salame piccante, mozzarella, zola), Pizza blu super (pomodoro, mozzarella, zola di capra, lardo), Scamorza e pancetta (pomodoro, mozzarella, scamorza affumicata e pancetta), mentre è pura ghiottoneria la novità del periodo Poiana Canappiona con impasto a base di grano antico siciliano Perciasacchi e condimento di mozzarella, magnifico formaggio svizzero stagionato in grotta chiamato Kaltbach, porri allo zenzero egregiamente cucinati da Palmira e speck, da appalusi.

Su tutte (o quasi) le pizze, per chi ama il piccante, è altamente consigliato l’olio al peperoncino della casa, fatto in proprio con grande senso dell’equilibrio aromatico.

Da non dimenticare anche un’altra specialità come il ghiottissimo pagnotto.

Per chi già conosce le creazioni di Vai di pizza! questa consegna a domicilio è un modo per aggiungere un sorriso alle giornate di quarantena, mentre per chi non dovesse ancora aver fatto questa fantastica esperienza sensoriale è l’occasione per provarla e scoprire così un livello qualitativo ineguagliabile di arte bianca.

Info pagina Facebook: Vai Di Pizza

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑