Google+

Voccarusc mpanicc, rara ricetta antica del Molise a base di orapi

Pubblicato il: 6 marzo 2019 alle 7:00 am

Il Molise è la più dignitosa delle regioni italiane, perché ogni sua espressione è testimonianza delle più nobili attività dell’Uomo, come il lavoro della terra, l’allevamento delle bestie e il rapporto faticoso con le asperità della Natura: anche la cucina molisana parte da questi presupporti, custodendo piatti tanto antichi quanto poveri in grado di commuovere con la loro semplicità sapiente che si trasforma in trionfo per il gusto.

Tra questi piatti, uno dei più rari e radicali è rappresentato dai Voccarusc mpanicc, ormai introvabili, se non fosse per un eroe civile come il cuoco Michele Sozio che ha messo il proprio talento grande come il cuore al servizio della tutela e valorizzazione delle tradizioni culturali gastronomiche del suo Molise. Un atto di generosità che sta consentendo a pietanze ormai quasi scomparse di rimanere vive non soltanto nella memoria ma anche sulla tavola, quella del magnifico ristorante L’Elfo di Capracotta, in provincia di Isernia.

Proprio di Capracotta sono tipici i Voccarusc mpanicc, da tempo immemore.

“Questa  pietanza  trae le sue origini dalla transumanza” spiega Sozio, “durante la quale poteva essere realizzata in quanto richiede ingredienti poco deperibili che i pastori potevano conservare e trasportare  anche per parecchi giorni, oltre agli orapi che raccoglievano lungo il tratturo”.

Ingredienti come la Miscischia, “carne  di pecora  disossata , salata ed essiccata”, nonché i citati Orapi, altrimenti detti Buon Enrico, “spinaci selvatici che si possono trovare principalmente intorno agli stazzi, ricoveri delle pecore, da primavera inoltrata fino a luglio”.

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di orapi;
  • 400 g di pane raffermo;
  • 200 g di miscischia, “ma oggi che è praticamente introvabile viene sostituita con la pancetta”;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • olio extra vergine di oliva;

Veniamo al procedimento.

Cuocere gli orapi in acqua bollente, salare e scolare parzialmente  tenendo da parte l’acqua di cottura in eccesso.

Aggiungere alla verdura il pane raffermo spezzettato, girare e pestare affinché diventi un impasto morbido ed omogeneo: se necessario aggiungere un po’ dell’acqua messa da parte.

Dopo averla dissalata, soffriggere in una padella la miscischia (o pancetta) tagliata a pezzetti, con uno spicchio d’aglio e olio extra vergine di oliva. Togliere quindi l’aglio e versarla, facendola incorporare bene al composto di pancotto e verdura.

A raccontarci questa squisitezza è Michele Sozio, nel video qui sotto.

Info: http://www.ristorantelelfo.it/

         https://www.facebook.com/RistoranteLElfo/

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

è attivo dal 1988 nel mondo della comunicazione in tutti gli ambiti, dalla televisione al cinema, dal giornalismo professionistico ai video musicali, dall’insegnamento universitario alla regia, dall’editoria libraria al teatro, dal web alla carta stampata.
Attualmente firma come autore la trasmissione Tiki Taka su Italia Uno condotta da Piero Chiambretti, scrive per i mensili della casa editrice del calendario di Frate Indovino per la quale ha appena pubblicato il suo nuovo libro; inoltre è direttore responsabile della testata giornalistica on line Storie Enogastronomiche specializzata in enogastronomia e turismo culturale, Presidente della Giuria del Festival Internazionale del Videoclip IMAGinACTION, docente universitario della IULM di Milano e per vari insegnamenti in diversi master della Business School della RCS Academy del gruppo editoriale che comprende il Corriere della Sera.

Da oltre vent’anni svolge attività di docente in varie Università, come IULM, Cattolica di Milano, Dams di Bologna, IED - Istituto Europeo di Design e per l’Istituto Internazionale di Ricerca e Studi Avanzati del Ministero per i beni e le attività culturali.
Ha pubblicato diversi volumi come saggista e scrittore, per case editrici come Bompiani, Mondadori e Sperling & Kupfer: diversi suoi volumi sono stati adottati da varie università italiane. E’ autore di voci per alcune delle più importanti enciclopedie italiane.
Come autore televisivo ha lavorato con Piero Chiambretti, Maurizio Crozza, Francesco Facchinetti, Belen Rodriguez, Vanessa Incontrada, Paolo Bonolis, Giancarlo Magalli, Claudio Lippi, Elisa Isoardi, Pupo, scrivendo anche per alcuni comici di Zelig (tra cui Leonardo Manera) e firmando molte trasmissioni soprattutto di prima serata per tutte le reti Rai e Mediaset, ma anche per La7 e Sky. Tra le sue trasmissioni più note, Dopofestival di Sanremo su Rai Uno, Markette e Crozza Italia Live su La7, X Factor su Rai Due, Wind Music Awards su Italia Uno. E’ stato direttore editoriale della tv musicale satellitare Match Music, mentre per i Festival di Sanremo del 2004 e del 2005 ha realizzato come autore unico i profili dei cantanti andati in onda sulle reti Rai e gli spot ufficiali della trasmissione. Come regista televisivo ha firmato servizi, live ed esterne per Rai, Mediaset e diverse tv musicali, nonché l’evento multimediale Come and Dance Rihanna con Garrison di Amici di Maria De Filippi. Ha collaborato come autore e copywriter a vari spot per alcune campagne della Wind. E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker voluta da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central).
Giornalista professionista dal 1996, ha scritto per Il Giorno, Il Fatto Quotidiano, Il Giornale di Sicilia, Maxim, Campus, Frate Indovino, InTV, svolgendo anche attività di critico cinematografico (Duel, Ciak) e critico musicale (Maxim, il Mucchio Selvaggio). Suoi servizi sono stati pubblicati on line anche da Tiscali.it e LiberoQuotidiano.it, Rockol, Mtv.it.
Regista di videoclip, ha firmato il pluri-plagiato Dedicato a te per il gruppo Le Vibrazioni, Cleptomania per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista e sceneggiatore cinematografico, è autore di vari cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti dalle strutture di Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati a prestigiose rassegne in Italia e all’estero come Torino Film Festival, Locarno International Film Festival, Bellaria Film Festival, FIFF - Festival International de Films de Fribourg, Genova Film Festival, Capalbio International Film Festival. E’ stato assistente alla regia di Roberta Torre e collaboratore di Ciprì e Maresco. Ha firmato un contratto come soggettista, sceneggiatore e regista per un film lungometraggio con l’importante casa di produzione Lux Vide (Don Matteo, Che Dio ci aiuti, L’Isola di Pietro).
Come autore e regista teatrale, ha portato in scena lo spettacolo CabaRE’ al Derby di Milano e altre opere come quella che ha visto quali protagonisti Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada al Teatro Donizetti di Bergamo.
E’ stato ideatore e direttore artistico della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri. Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt. E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica marchigiana Ultrasuoni (prima label italiana distribuita dalla multinazionale tedesca Edel) e ha svolto anche attività di produttore artistico musicale, realizzando album di diverse rock band per etichette come la CNI - Compagnia delle Nuove Indye.
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑