Google+

Agriclub Le Giare a Roccella Jonica, eden del turismo colto in Calabria

Pubblicato il: 16 ottobre 2017 alle 7:00 am

Immaginate un agriturismo vero, immerso nel verde rigoglioso di una campagna e al contempo a un passo dal mare, con alloggi rustici ma dotati di ogni comfort, in cui puoi mangiare i prodotti agricoli coltivati nel posto stesso e gustare i piatti del territorio: un paradiso, direste, eppure esiste veramente, in provincia di Reggio Calabria.

E’ l’Agriclub Le Giare a Roccella Jonica, incastonato “tra ulivi e fiori d’arancio a 30 metri dal mare di Calabria”, in cui inebriarsi con “il profumo dei fiori d’arancio e del mandarino, l’abbraccio degli ulivi secolari, il rumore del mare, il colore dei melograni e dei limoni, il sapore dell’olio e della frutta appena colta”, vivendo a fianco di elementi bucolici come l’orto, il frantoio e le stalle.

E’ davvero vicina l’ampia spiaggia privata “raggiungibile dall’interno stesso dell’agriturismo”, attraverso un suggestivo passaggio coperto. E’ una distesa di sabbia e ciottolini che digrada verso acque cristalline, in cui non c’è mai folla, nemmeno in alta stagione. Volendo, si può anche fruire di “due ampi e freschi capanni”.

Gli alloggi sono dieci casette indipendenti, al cui interno ogni dettaglio è curato con una precisione impressionante, attorniate dalla Natura ma anche da “piscina, bar, ristorante, campo da tennis e uno spazio ludico-ricreativo, con ping pong, calcio balilla, raccolte di libri e giochi da tavolo”.

Un luogo che può essere apprezzato soprattutto da chi ha sensibilità e cultura, come testimoniano i tanti libri sparsi nei vari spazi.

“La nascita di questo posto deve molto all’iniziativa e alla dedizione di Pasquale Placido” si racconta sul sito della struttura, narrando di questo dottore in legge divenuto pilota automobilistico professionista che decise di ritirarsi in campagna “e dedicarsi corpo e anima al suo sogno di una vita: trasformare gli antichi terreni della famiglia in un’azienda agricola dal volto moderno”.

Diventa così un precursore del fenomeno dell’agriturismo, oggi portato avanti con amore e competenza dalle figlie Vanna e Marinella, entrambe intellettuali prestate all’ospitalità di qualità.

Tra i tanti pregi, l’Agriclub Le Giare sfodera un magnifico ristorante gestito da un grandissimo cuoco, Parmjit Singh, la cui mano prodigiosa dà vita ad alcuni classici piatti locali (sublimi gli Spaghetti alla Corte d’Assise) e a delizie create con gli ortaggi coltivati nell’agriturismo.

Nel video che segue, alcune immagini di questo magnifico tempio del benessere fisico e interiore.

Info: www.agriclublegiare.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑