Google+

Amici di Bacco a Rossano (CS), strepitosa trattoria tipica della Calabria

Pubblicato il: 15 novembre 2017 alle 7:00 am

E’ uno di quei miracoli che rendono grande l’Italia, mettendo in tavola cultura materiale e godimento sensoriale, tutela della memoria e valorizzazione delle radici antropiche, lezioni di umiltà ed esemplare dimostrazione di dedizione al lavoro: la trattoria Amici di Bacco di via Carducci 2 a Rossano Stazione, in provincia di Cosenza, è un luogo in cui recarsi almeno una volta nella vita, per stupirsi davanti a una delle migliori espressioni del Paese.

L’ambiente è spartano ma ricco di buon gusto, con gli inserti di pietra che affiorano dai muri e i decori in legno.

La gestione, autenticamente familiare, è affidata a Ida Patrizio e ai figli Giulio e Giuseppe Foscarino.

E’ Ida a presiedere la cucina, dalla quale escono meraviglie in successione.

Si comincia con l’antipasto casereccio caldo, composto da fenomenali patate dolcissime, deliziose polpette di melanzane…

… queste ultime buonissime anche nelle altre versioni, con i peperoni, a involtino e alla parmigiana.

Onesto il vino Cirò rosato della casa, di produzione propria: bel colore granato lucido, al palato ha valida personalità e non presenta quell’eccesso di acidità che invece spesso si ritrova nei vini contadini, rendendo così evidente il frutto anche se servito freddo: è perfetto per accompagnare l’intero pasto.

Il primo piatto imperdibile è una ricetta tipica di Rossano, la Pasta con le Alici: sono spaghetti che vengono tostati insieme al pesce azzurro fresco, con l’aggiunta di pezzetti di pane fritti di una golosità pazzesca.

Un capolavoro assoluto della cucina mondiale. A ogni boccone spalanchi gli occhi, stupefatto da tanta inaudita bontà: già questo piatto, da solo, vale il viaggio fino a qui, anche a piedi o a costo di fare venti ore di aereo.

Ottime pure le Penne alla Silana, con salsiccia di maiale e funghi, di cui va sottolineata l’eccelsa qualità delle materie prime.

Altro piatto tradizionale della città sono le Alici Scattiate, una meraviglia: una preparazione antica, con il pesce che viene soffritto con un filo d’olio, con l’aggiunta di aceto, origano e peperoncino, creando una ghiottoneria unica.

Chiusura d’obbligo con gli squisiti liquori fatti qui in casa, su tutti quelli al limone e al finocchietto.

Nel video qui sotto, abbiamo raccolto il meglio di questa fantastica esperienza totale.

Amici di Bacco si accredita quindi come uno dei migliori locali di ristorazione di tutta Italia, imprescindibile da conoscere per chiunque ami la cucina.

Con una punta di amarezza la titolare fa notare però che la maggior parte dei clienti arriva da fuori Rossano, mentre diversi abitanti del posto manifesterebbero un certo atteggiamento snobistico verso il locale.

Per trovarne la ragione forse si dovrebbe scomodare la sociologia dei consumi, ma basta basarsi sull’osservazione empirica per fare rientrare il fenomeno in un atteggiamento tutto italiano, molto diffuso nelle zone di provincia ma anche in qualche metropoli nostrana (vedi Milano), in cui tanti rigettano la tradizione della cucina povera, quindi la propria storia, per adottare atteggiamenti chic, come se rinnegare le proprie umili radici collettive possa davvero elevare socialmente. Frequentare ristoranti eleganti, cucine creative e osterie convenzionali, preferendoli a una trattoria identitaria come Amici di Bacco, rappresenta invece un grave deficit culturale.

La composta amarezza della titolare, condivisibile, è affiorata per un istante anche davanti alla nostra telecamera, nel video che segue, nel corso di un’intervista in cui, pur ammettendo una certa stanchezza, fa comunque emergere tutta la sua infinita passione ed energia, una personalità forte che la accredita nell’olimpo dei maestri della cucina tipica italiana.

Info: Trattoria “Amici di Bacco”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑