Google+

Caseificio Gugole, dal Veneto una fucina di formaggi da oltre un secolo

Pubblicato il: 1 novembre 2017 alle 3:00 pm

copCas

E’ da oltre un secolo che la famiglia Gugole è legata alla trasformazione del latte prodotto negli alti pascoli del Parco Naturale della Lessinia Veronese. Già nonno Antonio conduceva, a San Bortolo delle Montagne, nel Comune di Selva di Progno, un caseificio turnario, o a prestanza di latte. In questa piccola fucina di sapori il latte arrivava in secchi, portati a braccio. La caseificazione avveniva in un gran paiolo di rame ed erano formaggi dal colore giallo paglierino, dal sapore dolce e delicato, dal profumo di essenze alpine. Negli anni Ottanta il figlio Dario dava nuovo impulso e trasformava l’attività familiare in azienda artigianale; la qualificava e ancora aggiungeva, con il fratello Carlo, la lavorazione e la vendita di insaccati tradizionali, ottenuti con carni pregiate di maiali, allevati in montagna e alimentati a siero di latte. Un nuovo passo avanti negli anni Novanta: si conseguiva il caseificio di San Giovanni Ilarione. La gran passione e l’impegno di Dario erano riconosciuti e gratificati con l’attribuzione di importanti premi in molti concorsi caseari, nazionali ed internazionali. Proseguendo nell’amore per il vecchio mestiere e guardando allo stesso tempo al futuro, ora sono Tranquillo e Antonella che continuano la tradizione, fatta di scelte, di cura e dal profondo legame con l’ambiente e la sua storia di sapori.

Autore

Francesco Amodei

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , ,



L'autore


Back to Top ↑