Google+

Due Madonne di Reggio Emilia, il miglior Parmigiano arriva pure via web

Pubblicato il: 1 maggio 2020 alle 7:00 am

Sono tante le strutture che sul web vendono Parmigiano Reggiano con consegna a domicilio, parte delle quali rappresentate dagli stessi caseifici che lo producono, cercando di distinguersi per stagionature, razze di mucche per il conferimento del latte, cura dell’alimentazione, ma anche per la qualità del servizio digitale offerto agli acquirenti: dopo una lunga ricerca per noi ha primeggiato la Latteria Due Madonne della società agricola Maramotti Lombardini di Reggio Emilia, titolare della più convincente esperienza di acquisti e degustazione del rinomato formaggio.

Si tratta di una latteria sociale nata in forma di cooperativa nel 1939 per iniziativa di agricoltori della zona, creando uno dei primi caseifici del territorio. Il processo di crescita è stato notevole e costante nel tempo, riguardando non soltanto la quantità del prodotto ma anche la sua qualità, arrivando alla scelta di usare negli allevamenti esclusivamente alimenti privi di OGM.

Ancora oggi si fa vanto di essere rimasto un piccolo caseificio a dimensione umana “con lavorazione artigianale nel quale vengono fatte circa 4.000 forme all’anno che vengono totalmente stagionate per almeno 24 mesi”, la maggior parte del quale venduto nel proprio spaccio “nel quale si possono trovare le migliori selezioni di alcune specialità tipiche delle nostre terre”.

Qui vige piena autarchia, con una filiera corta completa, la quale contempla allevamenti vicini al caseificio che beneficiano di campi in grado di fornire alimentazione fresca, sana e naturale alle bestie.

Grande attenzione anche alla mungitura, momento fondamentale “per preservare quelle caratteristiche del latte che permettono al Parmigiano-Reggiano di essere fatto in modo naturale”, poiché consente all’ingrediente principale “di essere trasferito dalla mammella alla vasca di lavorazione senza essere mai toccato né venire in contatto con l’ambiente esterno”, trasferendo intatte nel formaggio tutte le potenzialità nutritive e i sapori del latte stesso.

La lavorazione è quella classica del Parmigiano Reggiano, con l’antico strumento dello spino con il quale “il casaro rompe la cagliata in piccoli pezzi”, operazione “tutt’ora fatta a mano per determinare artigianalmente la granulosità della pasta, un’altra delle caratteristiche distintive che la Latteria Due Madonne dà al suo formaggio”, facendo in modo che il latte delle loro vacche conferisca un carattere dolce al prodotto finale.

Diversi gli aspetti della Latteria che ci hanno conquistato.

In primo luogo avere individuato il condivisibile limite massimo della perfetta stagionatura nei 48 mesi, quando il Parmigiano Reggiano raggiunge il sublime e insuperabile compromesso tra le diverse istanze organolettiche: da una parte la sensazione chiara del latte e la freschezza vegetale dell’alimentazione delle vacche, dall’altra l’effetto dell’attesa che fa condensare aromi secondari e intensifica la suadente granulosità al palato, il tutto mantenendo la giusta umidità e una gradevole solubilità.

Altro aspetto positivo, oltre a una notevole varietà di stagionature più brevi del Parmigiano, uno shop on line che comprende pure altri prodotti.

Tra i formaggi, il più particolare è certamente il semplicissimo Tosone, ottenuto dalla rifilatura del Parmigiano Reggiano nelle prime 24 ore: privo di sale, molto fresco, in bocca è un’esplosione di latte, perfetto per uno stuzzichino e valido per tantissimi abbinamenti.

Nel reparto della norcineria, si fa notare il Salame tradizionale reggiano con la sua grana grossa e il gusto pulito e goloso, tipologia che meriterebbe maggiore notorietà, quindi decisamente da scoprire.

Ma si trovano anche aceto balsamico tradizionale, condimenti alimentari e vellutate, accessori e idee regalo, tra cui un’utilissima Confezione in Cotone con coltello incluso costituita da un sacchetto con laccio di chiusura  che “può essere utilizzato per riporre e conservare il Parmigiano Reggiano anche dopo l’apertura del sottovuoto”.

 

Facile l’utilizzo del meccanismo di prenotazione on line, induttivo e rapido, organizzato per prevenire ogni possibile problematica, così come è veloce e preciso il sistema di spedizione e consegna.

I prodotti arrivano integri e ancora ben refrigerati, mentre la confezione contiene anche la carta ideale per la conservazione del formaggio.

Il Parmigiano Reggiano 48 mesi si consiglia di aprirlo con molto anticipo rispetto al momento della degustazione e di asciugare la possibile umidità oleosa che si sarà formata in superficie con il sottovuoto: sarà al suo massimo però il giorno successivo, quando avrà riconquistato la propria consistenza ottimale.

Info: https://www.latteriaduemadonne.com/it/index.html

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑