Google+

Le bollicine estreme della Valle d’Aosta

Pubblicato il: 4 agosto 2019 alle 7:00 am

La viticultura eroica riguarda anche le bollicine. Lo testimonia fin dal nome Extreme, metodo classico di Blanc de Morgex et de La Salle della Valle d’Aosta, prodotto da Cave du Vin Blanc.

bollicine estreme della valle d aosta 1I distributori informano che “la zona di coltivazione si estende nei comuni di Morgex e La Salle, sulla sinistra orografica della Dora Baltea, siamo nell’ultimo tratto della Valle d’Aosta che si apre nella stupenda e maestosa Valdigne, dove la vite non abbandona l’uomo e si innalza ad altezze proibitive fino a raggiungere i 1200m/slm. Il fenomeno è veramente eccezionale, ci troviamo di fronte ai vigneti più alti d’Europa”.

bollicine estreme della valle d aosta 2

Altra caratteristica è che “il Blanc de Morgex et de La Salle è prodotto utilizzando esclusivamente uve Priè – biotipo Blanc de Morgex -, di cui non si conosce con esattezza l’origine. Le fonti più attendibili lo considerano un vitigno autoctono, selezionatosi spontaneamente attraverso i secoli. […] Persino la filossera, tremendo insetto che proveniente dalle Americhe distrusse sul finire del secolo gran parte dei vigneti Europei, non ha potuto resistere all’altitudine permettendo di mantenere le viti originarie su piede franco” (www.viniestremi.com).

Ci descrive queste bollicine difficili ma affascinanti il nostro Adriano Franzolin.

Info: www.perbaccomilano.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , ,



L'autore

Adriano Franzolin

Nasce a Venezia nel 1974. Diplomatosi presso la scuola di sommellerie di Treviso, ha lavorato in Italia e all’estero in enoteche e nel campo della ristorazione. Dal 1999 al 2003 è stato titolare dell’enoteca cichetteria El Tarlo a Venezia. Dal 2004 è titolare di Perbacco in via Pecchio a Milano, enoteca specializzata nel vino sfuso veneto e friulano, oltre alla classica bottiglieria.
www.perbaccomilano.it


Back to Top ↑