Google+

Legallinefelici, dalla Sicilia agrumi biologici e i frutti dell’Etica

Pubblicato il: 20 dicembre 2016 alle 9:59 am

Legallinefelici sicilia agrumi 1

In Sicilia, un consorzio etico dimostra che la solidarietà rende più buoni gli Esseri Umani, ma anche i prodotti della Terra .

Le galline felici (www.legallinefelici.it) che danno il nome all’azienda sono quelle che Roberto Li Calzi va a salvare dagli allevamenti in batteria. Le compra a un Euro ciascuna dai loro sfruttatori industriali. Le tira fuori dalle gabbie che hanno la cresta afflosciata dai colori spenti. Poi le porta in un grande spazio dalle parti di Agnone Bagni, tra Catania e Siracusa: le coccola, le nutre in maniera sana, le lascia scorrazzare serene per l’aia, insomma, le rispetta. Pochi giorni e già vedi che le creste riprendono cromatismi vivi, inturgidendosi e sollevandosi, come metafora del sollevarsi a nuova dignità di questi pennuti salvati dallo sfruttamento seriale.

Legallinefelici sicilia agrumi 2

In tale opera di riscatto avicolo c’è tutta la filosofia di Li Calzi, contadino intellettuale che ha una visione panica dell’agricoltura, intesa non soltanto come fonte di alimenti ma anche quale occasione per affermare la dignità dell’Uomo e il rispetto della Terra.

Legallinefelici sicilia agrumi 3

Mosso da questa formidabile spinta morale, ha creato un piccolo impero di economia sostenibile, grazie a una galassia di aziende siciliane pulite tanto nelle pratiche agricole quanto in quelle relazionali, riunite in consorzio e proposte all’esterno come composita realtà agroalimentare.

Legallinefelici sicilia agrumi 4

Ci trovi chi applica le ferree regole della produzione biologica, ma anche le cooperative che consentono una seconda possibilità ai detenuti, offrendo loro impiego stipendiato (molto bene) e ritrovata considerazione sociale, o ancora società che danno lavoro a categorie svantaggiate.

Non senza qualche disavventura, come quando ci hanno rimesso un sacco di soldi per rispondere all’invito dello Stato di salvare una società confiscata alla mafia. Episodi che non hanno scoraggiato lo spirito battagliero del Consorzio, indomito nella ricerca di buone cause da sposare.

Legallinefelici sicilia agrumi 5

Oggi il Consorzio Siciliano Legallinefelici produce e commercializza tutte le squisitezze che la terra siciliana dona generosamente: dalla frutta ai dolci, dagli ortaggi ai cosmetici, dalle conserve a vino e olio, quindi pasta e miele.

Se è d’obbligo la presenza di tutti gli agrumi mediterranei, Legallinefelici spiazzano invece con le colture sperimentali di frutti esotici: degli Avogado c’è chi dice che siano meglio di quelli sudamericani, mentre le banane, partite come sperimentazione, sono ormai richiestissime.

Legallinefelici sicilia agrumi 6

A goderne, una comunità di amici che alle Legallinefelici fanno fatica a chiamare clienti. La rete è quella dei G.A.S., ma con i sodali del consorzio c’è un tale rapporto di fiducia che questi si spingono a finanziarne i progetti sociali e gli investimenti societari, dando vita a un illuminante concreto caso di finanza etica.

Li Calzi, mente e motore dell’esperienza, è convinto che l’egoismo nuoccia (anche) all’imprenditoria: perché sprecare energie a farsi concorrenza invece di concorrere tutti al benessere collettivo?

Utopia? Non per Legallinefelici, i cui floridi fatturati dimostrano che la solidarietà è una redditizia forma di investimento.

Legallinefelici sicilia agrumi 7

Investimento che il consorzio poi destina anche a manifestazioni culturali e azioni divulgative.

Non aspettatevi però Li Calzi intento a fare il santone o il parolaio: è uomo d’azione che se ne sta sei mesi l’anno a torso nudo in mezzo ai campi, camminando scalzo sulla terra, per non fare mancare una carezza a ogni singolo frutto. Una carezza in un pugno, di terra.

Legallinefelici sicilia agrumi 8

Da non perdere le sue parole cariche di calda umanità, pronunciate davanti alla nostra telecamera nel video che segue.

Info: www.legallinefelici.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑