Google+

Il vino sfuso

Pubblicato il: 29 gennaio 2014 alle 6:20 pm

Metti piede dentro Perbacco a Milano e vieni accolto da grandi contenitori di vino sfuso che giganteggiano senza timore reverenziale di fronte agli espositori di fronte che esibiscono tutta la noblesse enoica griffata d’Italia.

01

Grandi bottiglie di lusso e vino contadino, pari sono: risiede in questa felice voluta dicotomia la filosofia di Adriano Franzolin, arrivato qui dieci anni fa portandosi dietro dalla sua Venezia la cultura dei nonni, fatta di vino da mettere in bottiglia al momento. E’ stato lui il pioniere, rimane oggi il capofila. Nelle sue grandi botti d’acciaio fa riposare il frutto del lavoro di un unico vinificatore trevigiano che lavora all’antica sui colli di Conegliano.

02

Bottiglia o damigiana in mano, nell’enoteca di via Pecchio 4 vedi sfilare lo studente squattrinato al fianco del professionista milionario, tutti democraticamente accomunati dalla passione per il vino di una volta: beverino, profumatissimo, fresco, leggero, da bere in fretta perché ha pochissimi solfiti e ossida più velocemente, ma proprio per questo è più sano e digeribile.

03

Oltre venti le tipologie: la più smerciata è un Refosco che ti lascia un dolce ricordo, ma chi è in vena di sorprese rimarrà stupefatto dall’Incrocio Manzoni rosso, di cui ti sembra di masticare il frutto. Ragguardevoli le versioni venete di Pinot Nero, Marzemino e Pinot Grigio, mentre si fa a gara per prenotare l’unico imbottigliato, un Prosecco che più sincero non si può, di cui si consiglia anche la versione “spenta” senza bollicine.

04

Niente sfuso frizzante, perché la presa di spuma avviene in bottiglia, mentre i vini di Franzolin vengono da uve spremute subito dopo la vendemmia e immediatamente portate al consumatore. Metodologia che, unitamente all’assenza di packaging, consente di mantenere il prezzo medio di 2 Euro e 40 al litro. Troppa scelta? Chiedete un consiglio ad Adriano, sommelier diplomato: ha sempre una parola buona per l’abbinamento giusto, a prova di sorriso.
Ecco come ci spiega le caratteristiche del vino sfuso.

Info: www.perbaccomilano.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , ,



L'autore

Adriano Franzolin

Nasce a Venezia nel 1974. Diplomatosi presso la scuola di sommellerie di Treviso, ha lavorato in Italia e all’estero in enoteche e nel campo della ristorazione. Dal 1999 al 2003 è stato titolare dell’enoteca cichetteria El Tarlo a Venezia. Dal 2004 è titolare di Perbacco in via Pecchio a Milano, enoteca specializzata nel vino sfuso veneto e friulano, oltre alla classica bottiglieria.
www.perbaccomilano.it


Back to Top ↑