Luigi Sculco, Author at StoriEnogastronomiche.it

Luigi Sculco

Nato nel 1966, ha conseguito il Brevetto di paracadutista nel 1985, è Socio CAI (Club Alpino Italiano) dal 1990, alpinista dal 1992 e nel ’96 ha seguito il Corso di alpinismo avanzato. Appassionato da sempre di Fotografia, Cultura, Teatro e tanta voglia di sognare.
Da Lecco a Milano in mountain bike

Prima proposta per chi ama (o amerà…) la mountain bike,  ovvero la MTB, per chi ha già dimestichezza col mezzo. Raggiunta sulle due ruote la stazione ferroviaria più vicina, caricata la bicicletta sul treno, si raggiunge la destinazione di Lecco (www.city-link.it). Da qui si attraversa il ponte Alessandro Manzoni, scendendo verso la destra orografica del […]

La ciclabile da Sesto Calende a Pavia

La ciclabile Sesto Calende-Pavia si snoda principalmente lungo i percorsi dei canali, Naviglio Grande e Pavese (www.vieverditicino.it). Non bisogna spaventarsi dei chilometri proposti, oltre un centinaio circa: è da vivere come una piacevole gita, adatta anche alle famiglie. Basta dimenticare l’orologio e non avere l’animo dei cronometristi:  prendetevi una giornata comoda, perché numerose sono le […]

Escursioni in alta quota: Pizzo Bandiera

Pizzo Bandiera, 2817 metri, si trova nell’Ossola, in provincia del Verbano-Cusio-Ossola, in Piemonte, a due passi dalla Svizzera. L’abbiamo raggiunto partendo con le ciaspole da Alpe Devero, luogo fantastico sia in inverno che in estate, paradiso di sciatori, alpinisti , rocciatori, camminatori e anche dei gourmand amanti di polenta e cervo. Lo abbiamo affrontato con […]

Reviewed

MOO, il Museo dell’Olivo e dell’Olio a Torgiano (PG) che narra radici remote della nostra civiltà

Un’istituzione culturale di altissimo profilo in grado di affermare definitivamente il fondamentale valore intellettuale del cibo e dei prodotti  agricoli, ponendoli finalmente al vertice della piramide dell’Istruzione: è il MOO, Museo dell’Olivo e dell’Olio con sede a Torgiano in provincia di Perugia, frutto dell’azione filantropica della Fondazione Lungarotti Onlus cui si deve pure quell’altro gioiello […]

Tempio Valadier (Genga, AN), rimanere impietriti di fronte alla bellezza

Un piccolo gioiello di grazia ascetica dall’irresistibile capacità ecumenica di attrazione: lo chiamano Tempio Valadier ed è ormai diventato il simbolo estetico della regione Marche che lo ospita. La sua esatta denominazione è Santuario della Madonna di Frasassi e risale all’anno 1029, anche se è giunto a noi dopo vari interventi ricevuti nei secoli. Se […]