Google+

A Bollate, tutto da casa e si cena in biblioteca

Pubblicato il: 20 ottobre 2015 alle 2:00 pm

bollate a cena in biblioteca 1

Il pasto la cena, il cibo, come momento conviviale insostituibile che si va perdendo anche in famiglia, dove ognuno se ne va per i piatti, tablet, smartphone, tv, suoi. Per questo mi piace segnalare l’evento, normale, quindi straordinario, di BIBOLL2.0: Si Cena! stasera, svoltosi alla Biblioteca di Bollate.

Nei giorni di aperture (temporary è l’unico aggettivo filosofico), show cooking, presentazioni, incontri mondani e chic, non un ristorante dove puoi portar via, pagando, tutto, ma un luogo dove la comunità può portare un pezzo di casa, cucina, cuore, amicizia: la Biblioteca Comunale di Bollate, benemerita anche per la stagione del jazz.

Cena social autoorganizzata dagli utenti, per festeggiare insieme negli spazi della cultura, dello studio e del silenzio. Con un tocco glamour, il tema è il bianco e nero.

bollate a cena in biblioteca 2

(foto dal post di Micaela Boniardi)

Sociologico e storico, perché è in bianco e nero la memoria del cenare insieme tutti, alla stessa ora, in un rituale immobile che neanche il ‘68 è riuscito a mettere definitivamente in discussione. Al massimo si arrivava in leggero ritardo, provocazione a freddo, ci si alzava platealmente, protesta esistenzial politica. Un grave ritardo provocava, nell’ordine, indignazione e preoccupazione: papà moto arrabbiato, mamma che telefona a ospedali e carabinieri. Mancare equivaleva a una dichiarazione di guerra.

bollate a cena in biblioteca 3

(foto dal post di Micaela Boniardi)

Festa in bianco e nero per celebrare vent’anni di biblioteca, portando amici e parenti, con equipaggiamento adeguato. Come in picnic. Tavolo, sedie, tovaglia, stoviglie, cibo da condividere (di solito ci si guadagna), eleganza vintage.

Prossimo capitolo: pranzo e cena in cortile nelle case di ringhiera. Prenotare.

 

Info: Pagina Facebook

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 10 ottobre 2015

bollate a cena in biblioteca 4

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑