Google+

Basilicata, le mete turistiche

Pubblicato il: 27 ottobre 2017 alle 7:00 am

Una lunga successione di irresistibili luoghi di interesse che rendono irrinunciabile una visita a questa regione ancora da scoprire, la Basilicata.

Per questo gli enti pubblici sempre più si stanno organizzando per aiutare i visitatori a indirizzarsi tra beni culturali e opportunità ludiche, come sta facendo l’APT, Agenzia Promozione Territoriale di Basilicata, con sedi a Potenza e Matera, ma soprattutto molto attiva on line con un ricco sito da consultare, senza contare le attività di promozione svolte tra Fiere e appuntamenti legati al turismo.

Diversi gli spunti che si possono cogliere per ipotizzare una visita nella regione.

La sezione I Castelli avverte che sono “molte le denominazioni e quindi molti i manieri; dei più sono rimasti soltanto ruderi, o torri isolate”, suggerendo “la visita di quelli meglio conservati e più interessanti”.

In Provincia di Potenza si segnalano Castel Lagopesole, “il più bello, magico e misterioso ove aleggia ancora lo spirito del grande Federico II”; i resti imponenti del castello angioino di Brienza rifatto nel 1571; il castello settecentesco di Genzano di Lucania; quindi i castelli di Laurenzana, Lavello, Moliterno, Muro Lucano, Oppido Lucano, Senise e il castello aragonese di Venosa; fino al castello più noto della regione, quello di Melfi, eretto dai Normanni e ampliato dagli Svevi e dagli Angioini.

Nella Provincia di Matera si trovano il castello di Bernalda, il castello di Uggiano di Ferrandina risalente ai primi del IX secolo, il vecchio castello di Montepeloso a Irsina, il castello Tramontano a Matera costruito all’inizio del 1500, il Malconsiglio a Miglionico, fino al “più dolce e il più poetico dei castelli” che si trova a Valsinni.

Per Cultura e folclore vengono segnalati i natali di poeti e la natura della Basilicata quale “immenso osservatorio antropologico, colmo di rituali” e di manifestazioni culturali, come le mostre internazionali di scultura nelle chiese rupestri di Matera, le molte feste “che si dividono tra il motivo religioso e quello pagano”, a partire dall’antichissimo Maggio di Accettura e dalla Sfilata dei Turchi a Potenza, proseguendo con la Madonna della Bruna a Matera che si svolge da oltre seicento anni e i Misteri della Passione che si tengono a Barile dal 1600.

Tra i siti principali della provincia di Potenza si segnalano la Cattedrale di Acerenza, il Santuario di Eracle ad Armento, Cattedrale di S. Maria ad Nives e Parco Paleolitico ad Atella, il Borgo medioevale di Brienza e quello antico di Rivello, Museo archeologico della Val d’Agri e Parco archeologico di Grumentum a Grumento Nova, il vecchio borgo di Maratea con le sue quarantaquattro chiese, i Palazzi nobiliari di Marsico Nuovo, il Museo Archeologico Nazionale di Melfi, la Pinacoteca d’Errico di Palazzo San Gervasio, la fortezza saracena di Pietrapertosa, la Cattedrale di Potenza, il Museo di Storia Naturale di Rotonda, il Museo della cultura Arbëreshe di San Paolo Albanese, l’Anfiteatro e la Domus di Venosa.

Da vedere ancora i musei di Aliano intitolati a Carlo Levi, le Tavole Palatine di Bernalda-Metaponto, il Borgo antico di Craco, i Sassi e le Chiese Rupestri di Matera, l’Abbazia di San Michele Arcangelo a Montescaglioso, l’antica Heraclea a Policoro, La Rabatana di Tursi e lo straordinario Parco letterario “Isabella Morra” di Valsinni (http://www.storienogastronomiche.it/il-parco-letterario-isabella-morra-valsinni-matera/).

Ma la Basilicata ha tanto da offrire anche sotto il profilo artistico, le aree archeologiche, paesaggi e natura, quindi artigianato, gastronomia e altre tipicità, senza dimenticare divertimento e benessere, fra sport e tempo libero, impianti sportivi, discoteche e sale da ballo.

A raccontarci le potenzialità turistiche della Basilicata è Mariano Luigi Schiavone, direttore dell’Agenzia Promozione Territoriale.

Info: www.aptbasilicata.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑