Google+

De Andrè, pesce, carne alla brace e lombate ad Asina Luna di Mezzate (MI)

Pubblicato il: 7 settembre 2018 alle 3:00 pm

Grill e Fabrizio De Andrè. Ma anche pesce e un’ottima cantina.

Dalla parte industriale di Peschiera Borromeo (MI), in via Resistenza 23 (frazione di Mezzate), Asina Luna è una nuvola, un mondo.

Il nome da una canzone dell’album Le Nuvole (a voi scoprirlo), perché Riccardo Succi, il grill chef, ha scritto un saggio sacrilego su Faber, quando frequentava la Fondazione De Andrè, “Laudate Hominem”, su La Buona Novella.

Riccardo, laureato in scienze politiche, con la moglie Tiziana, medico mancato per due esami, non sono persone banali. Entri nel ristorante, ambiente originale, curato, e subito vedi i tagli di lombata e le stagionature dichiarate.

In fondo la cucina tradizionale, dove si fa anche ottimo pesce fresco. “Non ho vitello, perché sono cuccioli – spiega Riccardo –, i tagli di razza Bavarese e Prussiana sono di femmina adulta che non ha partorito (Scottona), poi tratto Angus Irlandese e Angus Nebraska, il Kobe Wagyu di Longino”.

La legna di brace è di marabù cubano.

Frollatura da 60 giorni, ma in ambiente più secco, a 80 nel grasso di vitello.

Tiziana è figlia del mitico Gino, ristoratore famoso nella zona, originario di Barletta.

L’antipasto è una delicatissima ventresca con cipolla rossa e patata viola, declinata in vellutata anche nei tagliolini con asparagi al burro di Beppino Occelli, con scaglie di Salva cremasco.

Poi tre lombate a diversa frollatura e filetto Elcano di scottona con pepe di Sichuan e sesamo nero.

Cottura e consistenze perfette di razze poco frequentate ma buonissime.

Schioppettino Conte d’Attimis 2015 e bollicine rosé di Riccardi all’altezza.

 

Info: http://www.asinaluna.it/

 

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 9 giugno 2018

 

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑