Google+

Fano, corto circuito di bellezza epocale da scoprire nelle Marche

Pubblicato il: 23 dicembre 2016 alle 2:59 pm

fano bellezza epocale marche 1

Un corto circuito di bellezza e Storia: Fano è così, un anello irregolarmente concentrico che racchiude al suo interno bellezze che a ogni passo ti raccontano un’epoca diversa, fino a crearti una vertigine stendhaliana centripeta.

Un circuito corto in termini chilometrici, perché in una manciata di passi ti lascia godere con il minimo sforzo e il massimo appagamento tutto il tessuto urbano e il suo ordito di grazia.

Fano è abbracciata stretta stretta da magnifiche mura a tratti imponenti che si dispongono per buona parte ad anello intorno al centro…

fano bellezza epocale marche 2

… sono loro a guidarti quasi con la stessa potenza cinetica di un’avviluppante pista di velocità…

fano bellezza epocale marche 3

… in un turbine di particolari, scorci, sussulti visivi.

fano bellezza epocale marche 4

Poi la forza della curiosità ti spinge verso il centro e allora vieni assorbito da un dedalo di vicoli dove stili e mattoni fanno a gara a rapirti, senza mai distoglierti dal clima di profonda antica umanità che aleggia in tutta la città.

fano bellezza epocale marche 5

Affrontare senza guida questa magnifica composizione dell’umana meraviglia irretisce ed emoziona, in quanto pura ghiottoneria dell’intelligenza.

fano bellezza epocale marche 6

Se invece si volesse venire a capo degli stimoli che vi faranno vibrare in questo magnifico centro, allora viene opportunamente in soccorso il Comune con il suo sito ufficiale molto ben fatto, dove i “percorsi in città” sono razionalizzati e divisi nelle mille tracce storiche che la innervano.

fano bellezza epocale marche 7

Si ha così la Fano Romana la cui visita “non può che iniziare dall’Arco d’Augusto, per proseguire verso le Mura Augustee e la Porta detta della Mandria”; la Fano Medievale che comprende “Porta Maggiore e il Bastione progettati dell’architetto Matteo Nuti e realizzati a protezione della città al tempo dei Malatesti”; la Fano Rinascimentale che “si snoda attraverso la visita di Chiese ricche di importanti dipinti, palazzi storici di grande interesse e il Bastione del Sangallo”; la Fano Barocca “con bella Chiesa di San Pietro in Valle”, senza dimenticare i Musei con le raccolte civiche conservate all’interno del Palazzo Malatestiano.

fano bellezza epocale marche 8

Si è talmente avviluppati dalle architetture che non si avverte la presenza di “Porto e mare” che digradano al di là dello sguardo, verso l’orizzonte, malgrado dal sito ci tengano a sottolineare che trattasi di “acqua premiata più volte per la sua purezza, fondali bassi e rassicuranti, alberghi e campeggi a pochi passi dal bagnasciuga, ristoranti dove si gusta pesce freschissimo, vanto di una città di lunga tradizione marinara”.

fano bellezza epocale marche 9

Tuttavia la gastronomia fanese non è soltanto a base di prodotti ittici, visto che sempre sul sito viene fatta notare la collocazione di Fano “a due passi dalle campagne marchigiane, alla foce del fiume Metauro e sulla riva del mare Adriatico”, in provincia di Pesaro e Urbino, “ma ancora in odor di Romagna”. E’ così che si spiega come una delle migliori tavole della città sia l’Osteria della Peppa (http://www.storienogastronomiche.it/osteria-della-peppa-a-fano-la-vera-cucina-dellentroterra-marchigiano/) che propone la vera cucina dell’entroterra marchigiano, con il recupero di antiche ricette contadine.

fano bellezza epocale marche 10

Per la cucina di pesce invece è imperdibile il Ristorante Casa Orazi (http://www.storienogastronomiche.it/ristorante-casa-orazi-ex-casa-nolfi-la-cucina-tipica-di-fano-pu/), dove potere provare la migliore espressione della ricetta identitaria per eccellenza della città, il Brodetto alla Fanese, oltre a gustare la tradizione della Moretta, laboriosa ma golosa preparazione di caffè per il fine pasto locale.

fano bellezza epocale marche 11

In attesa che possiate andarci di persona, vi portiamo noi a fare un giro a Fano con questo video che abbiamo appena realizzato.

Info: www.turismofano.com

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑