Google+

La trattoria Chic di Bonsignore, ad Aromatica di Milano fino a febbraio

Pubblicato il: 4 gennaio 2019 alle 3:00 pm

Cirfood, qualche centinaio di milioni di fatturato, un format fra bistrot e trattoria gourmet portato ad Expo con successo grazie agli chef di Chic, e la sua prima apertura allo Scalo Milano di Locate Triulzi con l’Aromatica Restaurant & Lounge Bar sempre firmato da Charming Italian Chef di Raffaele Geminiani.

Menu dei cuochi associati, cucine regionali di livello che portano nel locale un menu degustazione di quattro piatti per due mesi. Solo a cena, 40 euro, calice di vino incluso.

Cantina non banale, brigata funzionale, sommelier e bartender per l’angolo mixology e aperitivi.

Ci siamo andati per testare un’alternativa alla ristorazione media, parlo di qualità e fascia di prezzo, della zona e per salutare un amico di Licata, Giuseppe Bonsignore, titolare dell’ottimo ristorante L’Oste e il Sacrestano. Posto di mare e di terre, concreta e creativa cucina di territorio a due passi da Cuttaia.

Vale un giro, fino a febbraio a Scalo Milano, perché è grande semplice cucina che richiede solo gusto e appetito, saper riconoscere mano del cuoco e materia prima. Un assaggio dei sapori di Sicilia nella campagna di Milano.

Il menu. Il suo classico antipasto di Polpo brasato e patate. Gli Spaghetti, cime di rapa, acciughe e pane croccante, dove l’acciuga è un contrasto forte come nelle ricette antiche. La bella invenzione di La focaccia di ricciola con le sue consistenze. Per dessert Sintesi d’autunno. Zuppa di cachi e ricotta. Autunno pastorale e contadino in semplice difficile equilibrio.

Vale un giro per chi sta o capita nei dintorni.

 

Info: http://www.aromaticarestaurant.it/

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 15 dicembre 2018

MARCO MANGIAROTTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑