Google+

Il Miglior Panettone 2018 al Sigep di Rimini è siciliano: Fiasconaro

Pubblicato il: 16 febbraio 2018 alle 3:00 pm

Vi abbiamo raccontato del panettone lucano di Tiri, premiata meraviglia artigianale, vi abbiamo spesso raccontato l’incredibile storia di Fiasconaro, l’azienda che da Castelbuono, Madonie, è partita con i suoi panettoni alla conquista del mondo, inventandosi una produzione artigianale da grandi numeri, oltre il milione e valorizzando la materia prima siciliana.

Sono quindi contento che Nicola Fiasconaro abbia ritirato, a nome dei fratelli Fausto e Martino, il premio di Miglior Panettone dell’Edizione 2018 al Sigep di Rimini (https://www.sigep.it/) dalla Confederazione Pasticceri Italiani.

Per “l’eccellenza – si legge nella motivazione – di un brand che ha saputo imporsi a livello globale come punto di riferimento assoluto per l’alta pasticceria. E il ruolo svolto dall’azienda Fiasconaro nel processo di destagionalizzazione del panettone”. Che loro esportano in Usa, Canada, Brasile, Giappone, Australia e Nuova Zelanda, Emirati Arabi.

Sono anche un buon esempio di economia sociale nel distretto di Castelbuono, di formazione e collaborazione con l’università, decentramento delle produzioni sul territorio siciliano.

Valorizzando la produzione della manna a Castelbuono con un panettone a glassa manna e i famosi torroncini. Le materie prime premium, dal grano tenero delle Madonie al miele dell’ape nera sicula del King, l’omaggio al Piemonte e alla sua tradizione con il marron noir, marroni e cioccolato gianduia.

 

Info:  http://www.fiasconaro.com/

 

 

Tratto dal quotidiano Il Giorno del 27 gennaio 2018

 

 

MARCO MANGIAROTTI

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , ,



L'autore

Marco Mangiarotti

E’ nato a Bergamo nel 1948. Ha iniziato come critico musicale e jazz nel 1969 al Giornale di Bergamo. Ha collaborato alla direzione artistica di Lovere Jazz e Imola Jazz, ai supplementi del Corriere della Sera, Musica Jazz, all'Europeo e al Panorama di Rinaldi. Al Giorno dal 1977, dove ha fatto tutta la trafila da critico musicale e tv a capo degli Spettacoli, inviato. Poi capo di Cultura e Spettacoli del Qn Giorno-Carlino-Nazione, caporedattore centrale, vicedirettore al Giorno, direttore di Onda Tv. Fa televisione dagli inizi degli anni Ottanta, commentatore e giudice nei Talent. Oggi è una delle firme di Qn Il Giorno. Il percorso gourmet inizia al mitico Riccione di Giuliano Metalli e con Gualtiero Marchesi nel ristorante 3 stelle di Porta Romana, cenacolo culturale nel dopo redazione o teatro. Sul campo, nel confronto con i più importanti chef italiani, l'amicizia con Paolo Masieri, il cuoco contadino, e Davide Oldani. Ha fatto servizi in Italia e all'estero per Traveller. Cura la pagina food sul Giorno.


Back to Top ↑