Davide Veneri, Author at StoriEnogastronomiche.it

Davide Veneri

E’ nato nel 1971 a Verona. Attualmente è titolare dell'Osteria Verona Antica e della Bottega dell’Osteria. Laureato in Scienze Politiche, è stato cuoco e direttore d’albergo. Molteplici le esperienze nell'organizzazione di eventi. E’ relatore e consulente per enti e istituzioni.
La ricchezza degli ortaggi nel veronese

Il territorio di Verona è ricco di ortaggi, un aspetto su cui sarebbe il caso di puntare maggiormente l’attenzione, dato che si tratta di ingredienti fondamentali della cucina veronese. Ce ne parla Davide Veneri, titolare dell’Osteria Verona Antica.    

La vera storia del Sanvigilino, il frollino del Garda

E’ tutto da scoprire il Sanvigilino, per il suo sapore come per la curiosa storia della sua creazione. E’ un frollino nato sulle sponde del Lago di Garda per rendere omaggio a un nobile britannico. Ce lo fa conoscere Davide Veneri, il quale lo serve a fine pasto, accompagnato da un buon Recioto, nella sua […]

La Mattonella della Lessinia, formaggio raro del veronese

La Mattonella della Lessinia è un formaggio di malga di latte vaccino, realizzato con latte di mucche al pascolo nel parco nazionale della Lessinia. Un blocco di meraviglioso formaggio che si esalta se scaldato fino a farlo filare, ma è ottimo anche a crudo, magari accompagnato da qualche confettura delicata o miele. Una specialità riscoperta […]

Reviewed

MOO, il Museo dell’Olivo e dell’Olio a Torgiano (PG) che narra radici remote della nostra civiltà

Un’istituzione culturale di altissimo profilo in grado di affermare definitivamente il fondamentale valore intellettuale del cibo e dei prodotti  agricoli, ponendoli finalmente al vertice della piramide dell’Istruzione: è il MOO, Museo dell’Olivo e dell’Olio con sede a Torgiano in provincia di Perugia, frutto dell’azione filantropica della Fondazione Lungarotti Onlus cui si deve pure quell’altro gioiello […]

Tempio Valadier (Genga, AN), rimanere impietriti di fronte alla bellezza

Un piccolo gioiello di grazia ascetica dall’irresistibile capacità ecumenica di attrazione: lo chiamano Tempio Valadier ed è ormai diventato il simbolo estetico della regione Marche che lo ospita. La sua esatta denominazione è Santuario della Madonna di Frasassi e risale all’anno 1029, anche se è giunto a noi dopo vari interventi ricevuti nei secoli. Se […]