Google+

Specialmente… a Mammola (Reggio Calabria)

Pubblicato il: 1 febbraio 2020 alle 3:00 pm

mammola stocco musaba culatta de.co. 1

C’è un piccolo centro dell’Aspromonte che racchiude un incredibile numero di eccellenze paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche.

E’ Mammola, in provincia di Reggio Calabria, meta imperdibile se si vuole comprendere lo splendore dei territori calabresi ma anche quanto possa essere virtuosa l’Italia nel mettere insieme tutte le sue più disparate meraviglie.

Ci siamo andati per raccogliere storie e immagini indimenticabili che adesso vi offriamo in questo Speciale.

 

Slow Life, viaggio tra le meraviglie dell’Aspromonte (Calabria)

mammola stocco musaba culatta de.co. 2

C’è un angolo di Calabria ancora poco conosciuto che meriterebbe molta più attenzione da parte di turisti e viaggiatori: si trova nel Parco Nazionale dell’Aspromonte ed è un ordito di placide meraviglie che ti conquistano lentamente ma inesorabilmente.

Per questo è nato il progetto Slow Life, per “immergersi in esperienze autentiche e memorabili, tra natura, arte, storia, cultura, artigianato, prodotti tipici e risorse termali”, in un territorio che “abbraccia sei comuni dell’entroterra ionico della Locride”.

Tra i centri coinvolti c’è Mammola “con le cascate Salino ed i suoi antichi mulini”. (continua a leggere: www.storienogastronomiche.it)

 

Lo Stocco di Mammola, orgoglio De.Co. di Calabria: come si produce

mammola stocco musaba culatta de.co. 3

Lo Stoccafisso è da secoli il simbolo di Mammola, accogliente borgo abbarbicato sull’Aspromonte, in provincia di Reggio Calabria. Un borgo che sul merluzzo essiccato ha costruito con intelligenza la propria fama.

Una fama reale e meritata, perché si tratta davvero di un prodotto identitario del luogo, dove viene non soltanto prodotto ma anche cucinato nei diversi ristoranti del territorio. Talmente identitario che l’amministrazione comunale di Mammola gli ha assegnato la De.Co., Denominazione Comunale di Origine. (continua a leggere: www.storienogastronomiche.it)

 

 

Ristorante ‘A Piazzetta, lo stocco e tutti i sapori di Mammola

mammola stocco musaba culatta de.co. 4

Se si vuole capire quante infinite sfumature di gusto possa avere il celeberrimo Stocco di Mammola, bisogna andare a mangiarlo al Ristorante ‘A Piazzetta, nel cuore del luogo in cui si produce.

Il locale di piazza Ferrari 21 a Mammola, nel pieno centro di questo bel borgo dell’Aspromonte in provincia di Reggio Calabria, propone un ventaglio enciclopedico di tutte le possibili declinazioni dello stocco, proposto nelle ricette tradizionali e in alcune preparazioni che invece testimoniano l’ottima mano di Cosimo Bruzzese, cuoco la cui bravura culinaria è pari alla grande umanità, ricca della stessa appagante semplicità dei suoi piatti. (continua a leggere: www.storienogastronomiche.it)

 

 

Il MUSABA, stupefacente museo della Calabria

mammola stocco musaba culatta de.co. 5

Un esplicito esempio di spiazzante bellezza. Il MUSABA, Parco Museo Santa Barbara che si trova a Mammola, in provincia di Reggio Calabria, è uno dei luoghi espositivi più stupefacenti di tutta Italia.

A godere di questo strepitosa esperienza creativa sono persone che arrivano dalle altre regioni d’Italia e dall’estero, attratte dal sogno folle divenuto reale dell’artista mammolese Nik Spatari e della sua musa creativa e anima gestionale Hiske Maas, olandese.

Un parco museale pieno di opere monumentali, di tipiche realizzazioni a mosaico di Spatari, architetture fantasiose, residenze d’artista, estrosi murales, spazi espositivi, capolavori eretici, giardini, dove si svolgono varie attività, compresi stage e laboratori. (continua a leggere: www.storienogastronomiche.it)

 

 

 

Culatta di Mammola, De.Co. familiare dell’Aspromonte

mammola stocco musaba culatta de.co. 6

Se la Culatta di Mammola oggi è divenuta un prodotto De.Co. del piccolo comune aspromontano in provincia di Reggio Calabria, lo si deve alla famiglia Scali di Mammola che lo ha riscoperto e fatto conoscere.

Si tratta di un produzione che esiste da tempo nella famiglia che gestisce la macelleria mammolese, la cui lavorazione era però in quiescenza da tre generazioni. (continua a leggere: www.storienogastronomiche.it)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Tag: , , , , , , , , , , ,



L'autore

Domenico Liggeri

E’ nato nel 1970. Giornalista Professionista, è in attività dal 1988. Scrive per la pagina di enogastronomia De Gustibus del quotidiano Il Giorno, dove è titolare di una rubrica fissa. Ha pubblicato per Il Giornale di Sicilia, Il Fatto Quotidiano, Maxim, Campus.
Docente universitario dal 2000, attualmente insegna all’Università IULM di Milano, presso la facoltà di Arti, Turismo e Mercati; è stato docente anche all’Università Cattolica e tenuto corsi, seminari e workshop per varie facoltà in tutta Italia (tra cui Dams Bologna) e per istituti d’arte come IED Arti Visive.
Autore televisivo per tutte le maggiori emittenti italiane: ha firmato trasmissioni con Piero Chiambretti (“Matrix” su Canale 5, “Markette” su La7, “Dopofestival di Sanremo” su Rai Uno), Maurizio Crozza (“Crozza Italia Live” su La7), Francesco Facchinetti (“X Factor” e “Scalo 76” su Rai Due, “Ciak… si canta” su Rai Uno con la co-conduzione di Belen Rodriguez), Vanessa Incontrada (“Wind Music Awards” su Italia Uno), Paolo Bonolis (“Speciale SanremoLab” su Rai Uno); è stato autore anche di anche molte altre trasmissioni per Rai Uno (prime serate condotte da Claudio Lippi, Giancarlo Magalli, Elisa Isoardi, Pupo), Sky (“Gli Sgommati”), Mediaset (autore di comici di “Zelig” e “Zelig Off”) e La7 (“Eccezionale Veramente”, “Gazzetta Sports Awards”).
E’ stato consulente creativo della società 360° Playmaker creata da Antonio Campo Dall’Orto per la produzione di contenuti per le reti del gruppo Telecom Italia Media (La7, Mtv, Comedy Central su Sky).
Saggista: ha pubblicato nel 1997 “Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia” per Falsopiano, nel 2004 “Cosa resterà…” per la Mondadori, nel 2007 “Musica per i nostri occhi. Storie e segreti dei videoclip” per la Bompiani; il primo e l’ultimo sono adottati in diverse università italiane.
Ha pubblicato interventi anche su altri volumi, tra cui la “Garzantina Cinema” curata da Gianni Canova.
Scrittore: ha pubblicato nel 2008 “Quello che non ti aspetti”, romanzo per Sperling & Kupfer.
Critico cinematografico e musicale: ha collaborato con le testate Ciak, Duel, Il Mucchio Selvaggio.
Regista televisivo per “Come and Dance Rihanna” con Garrison del programma “Amici”, quindi servizi, live ed esterne per Rai (“Su e Giù” di Gregorio Paolini, RaiUno), Mediaset e tv musicali.
Direttore editoriale della tv musicale Match Music dal 2000 al 2002.
Regista di videoclip: suo il pluri-plagiato e celebrato “Dedicato a te” per il gruppo Le Vibrazioni, quindi “Cleptomania” per gli Sugarfree e ancora video per Alex Britti, Cristina Donà, Raf, Stadio, Cousteau, Baustelle e altri.
Regista di documentari, incentrarti sull’arte e sull’enogastronomia.
Autore e regista teatrale: ha scritto e messo in scena lo spettacolo “CabaRè” al Derby di Milano.
Copywriter degli spot sui cantanti per il Festival di Sanremo (nel 2004 e 2005) e di varie campagne Wind interpretate da Giorgio Panariello e Vanessa Incontrada.
Regista e sceneggiatore cinematografico: collaboratore di Ciprì e Maresco e di Roberta Torre, autore in proprio di molti cortometraggi in pellicola, alcuni dei quali prodotti da Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, presentati in prestigiose rassegne internazionali come Festival di Locarno, Torino Film Festival e i festival di Bellaria e Hannover; è stato protagonista di diverse personali complete delle sue opere, organizzate anche in varie sale cinematografiche di tutta Italia.
Ideatore e direttore artistico dal ’99 della più importante manifestazione del settore videomusicale, il PVI, Premio Videoclip Italiano: tra i premiati intervenuti ci sono Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Jovanotti e tanti altri.
Ha ideato e diretto anche varie rassegne cinematografiche e la Sezione Cinema&Videoclip del festival della contaminazione artistica BresciaMusicArt.
E’ stato direttore artistico dell'etichetta discografica Ultrasuoni, la prima label italiana distribuita dalla Edel. Ha svolto anche attività di produttore artistico musicale: tra i cd realizzati, quello del gruppo rock femminile Secret per l’etichetta CNI.
Negli anni ’90 ha collaborato come consulente esterno al programma Green realizzato per Rai Tre dalla struttura Videosapere; ha prestato consulenza anche per noti programmi culturali televisivi del gruppo Mediaset.
Website: www.domenicoliggeri.it
www.domenicoliggeri.it


Back to Top ↑