Cristina Franzini, Author at StoriEnogastronomiche.it

Cristina Franzini

Nasce a Brunico nel 1991. Studia lingue a Brescia, dove vive. Si sposta a Milano nel 2010 dove studia e consegue la laurea Triennale in Turismo, Culture e Territorio all’Università IULM nel 2013. Ha collaborato con l’Assessorato alla Cultura di Brescia e Fondazione Brescia Musei nell’ambito della comunicazione dell’area archeologica del Capitolium di Brescia nel 2013. Frequenta il corso di Laurea Magistrale in Mercati dell’Arte all’Università IULM di Milano. Sta svolgendo uno stage presso La Triennale di Milano. Appassionata da sempre di viaggi, archeologia e gastronomia, cerca di unire questi tre amori nel suo pensiero, fino a diventare il suo stile di vita.
Nel Ristorante di Barboglio De Gaioncelli, in Franciacorta, il gusto dell’accoglienza

Barboglio De Gaioncelli, nota azienda vinicola della Franciacorta, offre, annesso alla cantina, il suo ristorante. Immerso nella parte antica di Colombaro di Corte Franca, si apre, tra le mura in pietra, il cortile di un’antica cascina. La corte in pietra e legno è stata ristrutturata in maniera esemplare, mantenendo un’aura antica, ma dalle note moderne. […]

Trattoria il Melograno a Brescia, il gusto della narrazione

La trattoria Il Melograno si trova a Brescia e offre il racconto di una storia lunga generazioni attraverso la cucina tipica bresciana. La location è un’antica cascina ristrutturata, si trova ai piedi di una collina, alle porte della Franciacorta, facile da raggiungere sia in macchina sia con i mezzi. Recarsi al Melograno, significa assaporare il […]

Reviewed

MOO, il Museo dell’Olivo e dell’Olio a Torgiano (PG) che narra radici remote della nostra civiltà

Un’istituzione culturale di altissimo profilo in grado di affermare definitivamente il fondamentale valore intellettuale del cibo e dei prodotti  agricoli, ponendoli finalmente al vertice della piramide dell’Istruzione: è il MOO, Museo dell’Olivo e dell’Olio con sede a Torgiano in provincia di Perugia, frutto dell’azione filantropica della Fondazione Lungarotti Onlus cui si deve pure quell’altro gioiello […]

Tempio Valadier (Genga, AN), rimanere impietriti di fronte alla bellezza

Un piccolo gioiello di grazia ascetica dall’irresistibile capacità ecumenica di attrazione: lo chiamano Tempio Valadier ed è ormai diventato il simbolo estetico della regione Marche che lo ospita. La sua esatta denominazione è Santuario della Madonna di Frasassi e risale all’anno 1029, anche se è giunto a noi dopo vari interventi ricevuti nei secoli. Se […]