Osteria degli Artisti Archives - StoriEnogastronomiche.it
Specialmente… nel Varesotto: dove mangiare tipico

La cucina del varesotto: radici contadine nelle osterie della tradizione Gli indigeni sembrano crederci poco, sottovalutandosi, invece il varesotto è ricco di belle sorprese (anche) dal punto di vista gastronomico. A patto di saper cercare e aver voglia di farlo. Sì perché molti, troppi ristoratori della zona, sembrano accontentarsi della routine, proponendo una cucina generalista […]

La cucina del varesotto: radici contadine nelle osterie della tradizione

Gli indigeni sembrano crederci poco, sottovalutandosi, invece il varesotto è ricco di belle sorprese (anche) dal punto di vista gastronomico. A patto di saper cercare e aver voglia di farlo. Sì perché molti, troppi ristoratori della zona, sembrano accontentarsi della routine, proponendo una cucina generalista in una maniera piuttosto svogliata. Lo fanno perché credono che […]

I ristoranti di Milano e dintorni in cui trovare i piatti De.Co.

Dopo avere riacceso l’attenzione sulle De.Co., ricette e prodotti gastronomici legati a una precisa città, andiamo a vedere dove trovare le dieci vantate da Milano. La Costoletta alla milanese autentica, quindi alta e con l’osso come da disciplinare, è il cavallo di battaglia della Trattoria del Nuovo Macello di via Cesare Lombroso 20. Molto buona […]

Reviewed

MOO, il Museo dell’Olivo e dell’Olio a Torgiano (PG) che narra radici remote della nostra civiltà

Un’istituzione culturale di altissimo profilo in grado di affermare definitivamente il fondamentale valore intellettuale del cibo e dei prodotti  agricoli, ponendoli finalmente al vertice della piramide dell’Istruzione: è il MOO, Museo dell’Olivo e dell’Olio con sede a Torgiano in provincia di Perugia, frutto dell’azione filantropica della Fondazione Lungarotti Onlus cui si deve pure quell’altro gioiello […]

Tempio Valadier (Genga, AN), rimanere impietriti di fronte alla bellezza

Un piccolo gioiello di grazia ascetica dall’irresistibile capacità ecumenica di attrazione: lo chiamano Tempio Valadier ed è ormai diventato il simbolo estetico della regione Marche che lo ospita. La sua esatta denominazione è Santuario della Madonna di Frasassi e risale all’anno 1029, anche se è giunto a noi dopo vari interventi ricevuti nei secoli. Se […]