iginio massari Archives - StoriEnogastronomiche.it
Iginio Massari sbaglia la ricetta della Chantilly per colpa di Masterchef?

Iginio Massari e la caduta (semantica) degli Dei… Chiunque abbia mai acceso una TV e sia minimamente appassionato di pasticceria ed enogastronomia in generale, conoscerà sicuramente Iginio Massari. E’ il titolare della splendida Pasticceria Veneto di Brescia, una vera e propria icona del dolce all’italiana, a cui giustamente tutti guardano. Campione internazionale e insostituibile docente […]

Dolci tipici bresciani: la Persicata raccontata da Iginio Massari

La Persicata ha origini antichissime (romane), radici lontane (la Persia da cui fu importata la materia prima), citazioni storiche (Artusi) e contese in atto (con la città di Ferrara), ma la storia che ne riferisce Iginio Massari della pasticceria Veneto di Brescia è molto più semplice: parla di povertà e dei pochi ingredienti a disposizione […]

Il Biscotto Bresciano raccontato da Iginio Massari

Può capitare che un biscotto erede della rustica semplicità di un tempo possa tornare in auge a causa dell’ansia dietologica della società opulenta: è quanto sta accadendo con il Biscotto Bresciano. Ci spiega tutto Iginio Massari della pasticceria Veneto di Brescia.   IGINIO MASSARI Abituato agli onori dei media e alle luci della ribalta televisiva, […]

Il panettone: viaggio nel prodotto artigianale da Nord a Sud

I maestri del dolce di Milano, le contaminazioni dei foresti. Pane. Dolce. Con la frutta. All’inizio per nulla lievitato, con quello che offriva il convento. Ci sono i maestri che insegnano, come Davide Longoni (con il suo alle mandorle e marron glacé) e Teresio Busnelli che ha lasciato l’azienda al figlio Andrea. I ragazzi del […]

Dolci tipici bresciani: il Bossolà raccontato da Iginio Massari

Il Bossolà è IL dolce natalizio di Brescia, ma alla pasticceria Veneto di Iginio Massari, la più importante della città (e non soltanto), lo si trova tutto l’anno. Perché? Per la ragione che Massari è convinto non soltanto della sua importanza storica ma anche del pregio del suo gusto che sarebbe un peccato relegare alle […]

Specialmente a… Brescia: cosa vedere e dove mangiare tipico

PREPARATIVI PER IL VIAGGIO E’ vero quello che dicono in tanti: a Brescia ci si va per lavorare. Quasi sempre è così, ne potrebbe dare testimonianza diretta chi scrive. Se però per una volta cambi la prospettiva e guardi la città con gli occhi da visitatore, ti sorge spontanea la domanda: ma come ho fatto […]

A Milano, una settimana da mangiare: chef nel piatto e porti a casa

Superpappe al Superstudio Più di viale Tortona, dove fino al 10 maggio (12-23 la domenica, 12-15 e 18-23 lunedì e martedì, 10-13 mercoledì) si celebreranno le radici dell’Alta Cucina del nostro Paese. Incontri con grandi protagonisti come Iginio Massari e Davide Oldani, Salvatore De Riso, un’Agorà del cibo, con dibattiti e talk, con grandi chef, […]

Iginio Massari ci fa scoprire i dolci della tradizione bresciana

Bossolà, Persicata, Biscotto Bresciano: sono i tre cateti su cui poggia il teorema di Massari sulla cultura dolciaria della città della Vittoria Alata. Tre dolci della tradizione povera, nati spesso da una povertà antica difficile da immaginare nella ricca Brescia di oggi. Stupisce e ammalia che a ricordarsene sia una star mondiale dell’enogastronomia, quel premiatissimo […]

Colombe e segreti artigianali: lievitazione e delizie italiane

Da Fiasconaro alla pasticceria agricola del Cilento. Artigianali. Anche se sfornano numeri industriali, come Fiasconaro e Loison. Una qualità delle colombe che parte dalla materia prima, dalla ricetta dell’impasto e dalla lavorazione. Una lievitazione naturale dalla madre (36 ore), senza additivi e conservanti. Frutta disidratata e canditi realizzati a freddo, senza anidride solforosa. Nel caso […]

Reviewed

La cantina piemontese Mauro Vini che presidia il Drôné, secolare “nebbiolo” di Dronero (Chatus…)

In quest’azienda sanno benissimo che non c’entra niente con il vero Nebbiolo ampelografico, ma continuano a chiamarlo così come omaggio alla tradizione sia del vitigno che dell’impresa, visto che si tratta di un rapporto lungo oltre 100 anni dal quale scaturisce un vino clamoroso: la sua storia, il nostro assaggio. (Clicca per leggere l’articolo.)

Casu’e Babbu, grande pecorino sardo Presidio Slow Food

Questo formaggio della famiglia Mele è realizzato con così tanto scrupolo da esserci meritato la tutela dell’associazione di Carlo Petrini, la quale premia la cura dell’allevamento degli ovini, la qualità della materia prima e la bontà del prodotto: scopriamone di più. (Clicca per leggere l’articolo.)